Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 698
MODICA - 17/07/2012
Cronache - Stanziati 70mila euro in un periodo di crisi nera per una stagione che non decolla

Quella delibera per Marina di Modica che divide la giunta

Al momento della sua approvazione, mancavano ben quattro assessori su otto

Ci sono anche focacce ed arancine vendute dai gazebo di un’ associazione culturale in piazza Mediterraneo A Marina di Modica, con il prevedibile corredo di contumelie da parte degli esercenti dei bar e locali della zona. E poi ancora incontri di boxe per i quali oltre a lauti contributi si utilizzano i mezzi della municipalizzata SpM.

Tutto questo nella «incredibile» estate di Marina di Modica. Mentre si attende ancora buona parte degli interventi di manutenzione richiesti dai cittadini, e la fruizione delle spiagge pare compromessa dalla mancanza dei servizi essenziali oltre che dalla dubbia qualità delle acque, con numerosi casi di minori ricoverati per improvvisi problemi di natura dermatologica, l’amministrazione comunale trova il tempo, e visto il periodo di crisi, anche il coraggio, per varare un finanziamento di 70mila euro in favore delle attività ricreative di un’estate che non solo stenta a decollare, ma che si avvia mestamente già alla fine.

Il tutto con una delibera di giunta che proprio una passeggiata non deve essere stata, visto che, al momento della sua approvazione, mancavano ben quattro assessori su otto, l’esatta metà. Saranno stati i noti travagli politici, sarà stata l’ostica materia o il timore di scontentare qualcuno, ma gli assessori Cavallino, Giurdanella e i due Sammito, martedì 10 luglio, alle 17.50, al momento della votazione, hanno preferito dedicarsi ad altro. Oppure hanno scelto di evitare di dover votare una delibera, per spese non indispensabili, mentre ancora il bilancio non è approvato e si procede solo in «dodicesimi».

Bilancio che reca il parere negativo del responsabile di ragioneria, preoccupato della legittimità di un atto che potrebbe ben presto finire sotto i riflettori non solo della critica dell’opposizione, anche perché corredato da una durissima censura del collegio dei revisori e dello stesso ragioniere capo. Nel dettaglio quindi 69mila 800 euro che serviranno a finanziare in buona sostanza tre iniziative, ed un corollario di piccoli eventi. I destinatari? Altrettante associazioni, di cui una finanziata per fare concorrenza, con le sue degustazioni a pagamento, alle attività commerciali di Marina di Modica, già in grave sofferenza.

La seconda iniziativa delizierà le notti dei villeggianti con musica live e la terza avrà come oggetto il «Villaggio creativo». Una bella idea, innovativa, che ha meritato ben 13 appuntamenti, e che godeva di uno sponsor d’eccezione: la presidente dell’Associazione titolare del progetto, Nausica Zocco, cognata dell’onorevole Riccardo Minardo. Peccato che residenti e villeggianti, almeno la maggior parte, non abbiano apprezzato.