Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1106
MODICA - 27/02/2008
Cronache - Pozzallo - Processato il giovane che aveva aggredito un carabiniere

Sei mesi al 26enne manesco,
tornato in libertà

Guidava un motociclo sprovvisto di patente e assicurazione Foto Corrierediragusa.it

Sei mesi di carcere con la sospensione condizionale per il manesco giovane che aveva spaccato con un pugno il labbro superiore ad un Carabiniere, spedendolo in ospedale. Il modicano Michele Abbate (nella foto), 26 anni, operaio residente in contrada Musebbi a Modica, è comunque tornato libero in quanto la pena è stata sospesa.

Il giovane era accusato di lesioni personali aggravate, minacce, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, oltre che di guida di motociclo senza patente ed assicurazione. Sprovvisto dei documenti e alla guida di una moto Enduro di grossa cilindrata, Abbate era incappato in un normale posto di controllo istituito dai militari in corso Garibaldi, a Pozzallo.

Abbate aveva cominciato a dare di matto, inveendo contro l’appuntato, mentre il collega chiamava i rinforzi con la radio. Ci erano alla fine voluti quattro militari per riportare l’iracondo modicano a più miti consigli. I medici avevano dovuto applicare tre punti di sutura per il taglio al labbro.