Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1497
MODICA - 25/02/2008
Cronache - Modica - Khalidi si è avvalso della facoltà di non rispondere

Resta in carcere il mancato
uxoricida: scena muta dal gip

La moglie ferita a coltellate resta ricoverata in ospedale Foto Corrierediragusa.it

Convalida dell’arresto e mantenimento della custodia cautelare in carcere per il mancato uxoricida Mohamed Khalidi (nella foto), 27 anni. Lo ha deciso il gip Michele Palazzolo dopo che, nell’interrogatorio di ieri mattina a Piano del Gesù, il marocchino ha fatto scena muta, essendosi avvalso della facoltà di non rispondere.

Khalidi era stato ammanettato la scorsa settimana dalla polizia per il tentato omicidio della moglie, una 25enne modicana figlia di un professionista molto noto in città. L’immigrato, in preda ad un raptus, aveva impugnato un coltello con il quale aveva sferrato dei fendenti all’atterrita consorte, che era rimasta ferita alle mani nel tentativo di parare i colpi.

Pare che il marocchino avesse agito sotto i fumi dell’alcol. La donna, madre di due bambini in tenera età, si trova ancora ricoverata nel reparto di ortopedia dell’ospedale «Maggiore». Il violento episodio si era verificato nella notte tra venerdì e sabato scorsi nella villetta che la coppia mista divide con la famiglia della ragazza.

Era quasi mezzanotte quando Khalidi, rientrato a casa ubriaco, aveva cominciato ad inveire contro la moglie, «rea» d’essersi fatta trovare ancora alzata. Le urla della donna avevano fatto scattare l’allarme e gli agenti avevano bloccato poco lontano dalla casa il marocchino, fuggito mentre l’ambulanza portava la moglie al pronto soccorso.

Il coltello utilizzato dal marocchino per ferire la moglie