Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 376
MODICA - 30/04/2012
Cronache - Due incidenti per fortuna non gravi durante la festa

San Giorgio: petardi sulla folla. Donna giù dalla scalinata

Avrebbero potuto far registrare conseguenze più gravi

San Giorgio miete... vittime. Scherzi a parte, avrebbero potuto far registrare conseguenze più gravi i due distinti incidenti verificatisi ieri per la festa del Santo Patrono. Il più singolare dei due episodi nel tardo pomeriggio in piazza San Giovanni: per cause da accertare, nel bel mezzo della processione del simulacro, hanno ceduto i sostegni dei «bazooka» che sparano i fuochi d’artificio. Un petardo è stato di conseguenza sparato dritto sulla folla, causando due feriti lievi.

La «bomba» ha preso in pieno due modicani maggiorenni, che sono stati condotti subito al pronto soccorso per accertamenti. Uno dei due modicani ha riportato una leggera intossicazione da fumogeno, mentre l’altro è rimasto intontito dal fragore del botto. La visita dall’otorino ha fugato ogni dubbio su possibili danni all’udito. Indaga la polizia sulle modalità dell’incidente.

L’altro episodio ha visto suo malgrado protagonista una donna 60enne, scivolata sulla scalinata della chiesa di San Giorgio mentre usciva il santo. La donna è rovinata per le scale, riportando la frattura di una gamba e qualche contusione. La malcapitata, soccorsa dai presenti, è stata ricoverata all’ospedale «Maggiore».


SAN GIORGIO NON MIETE VITTIME, MA ORITEGGE
30/04/2012 | 14.08.51
Ignazio Giunta

E´ un´affermazione infelice dire che "S.Giorgio miete vittime" solo perchè un banale scivolone, su una calca di migliaia di persone, ed un piccolo incidente hanno provocato lievi ferite.

Si dovrebbe parlare, piuttosto, di un´azione protettiva da parte del PATRONO PRINCIPALE DELLA CITTA´ di MODICA, che ha impedito che la giornata fosse segnata da un evento drammatico.

In fondo si tratta di "banali" episodi (che non dovrebbero succedere) su una presenza di decine di milgiaia di persone devote al SANTO GUERRIERO.

GIOGGIU GIOGGIU GIOGGIU