Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 593
MODICA - 22/04/2012
Cronache - I controlli dei Carabinieri della compagnia di Modica nelle ultime 48 ore

Arrestato giovane per droga. 8 denunce per rissa

Tra sabato e domenica sono state impegnate nei controlli oltre 25 pattuglie automontate dell’Arma, coadiuvate da un elicottero AB412 del nucleo elicotteri di Catania - Fontanarossa e dalla motovedetta d’altura di stanza a Pozzallo Foto Corrierediragusa.it

Bilancio significativo per i Carabinieri della compagnia di Modica, nell’ambito delle intense 48 ore di controlli sul territorio di competenza, con l’ausilio di un elicottero. Il bilancio annovera una persona arrestata per spaccio di droga, dieci soggetti denunciati, di cui otto per una rissa tra due famiglie scoppiata a Marina di Modica per motivi sentimentali, e 35 contravvenzioni per un ammontare complessivo di 2mila euro per infrazioni varie al codice della strada. Inoltre sono quattro le patenti di guida ritirate e due i veicoli sequestrati ai fini della confisca.

Le manette sono scattate per un giovane pozzallese incensurato di 22 anni, E.D.S., sorpreso a cedere della sostanza stupefacente ad una sua concittadina. Il giovane si riforniva di metadone al Sert e lo spacciava ai suoi coetanei. L’arresto è scattato in piazza San Giovanni proprio mentre il giovane cedeva il metadone ad una ragazza, sua coetanea. Il giovane si trova adesso rinchiuso nel carcere di Piano del Gesù a Modica Alta.

Un episodio simile si era verificato venerdì scorso in un istituto superiore di Modica, dove una studentessa sedicenne si era sentita male dopo aver fumato uno spinello offertogli da un coetaneo di Pozzallo, che è stato denunciato. Due automobilisti sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza, dopo essere stati fermati nei pressi del polo commerciale. Si tratta di un cittadino di origine maghrebina e di un modicano, ai quali è stata ritirata la patente di guida.

Le auto sono state sottoposte a sequestro. Otto persone sono state denunciate, come accennato, per aver preso parte ad una rissa verificatasi nella tarda serata di sabato a Marina di Modica. I denunciati, appartenenti a due famiglie modicane, hanno litigato tra loro, sino ad arrivare alle mani, per prendere le parti di un parente da poco separatosi dal coniuge appartenente all’altra famiglia. Per quattro dei contendenti, feriti in maniera lieve, si sono rese necessarie le cure dei medici del pronto soccorso dell’ospedale «Maggiore» di Modica.

Le principali infrazioni contestate dai militari sono state l’omesso uso del casco protettivo per chi si mette alla guida di ciclomotori o motocicli, il mancato uso delle cinture di sicurezza per chi si mette al volante dei veicoli, e l’uso del telefono cellulare senza il kit vivavoce/auricolare. Il servizio di controllo straordinario del territorio s’incastona nel quadro di una più incisiva intensificazione dell’attività preventiva nella giurisdizione modicana, su direttive del comandante provinciale Salvo Gagliano e con il coordinamento del capitano Alessandro Loddo.

Tra sabato e domenica sono state impegnate nei controlli oltre 25 pattuglie automontate dell’Arma, coadiuvate da un elicottero AB412 del nucleo elicotteri di Catania - Fontanarossa (foto) e dalla motovedetta d’altura di stanza a Pozzallo. I militari, al termine dei controlli effettuati nel tratto di mare compreso tra Marina di Modica e Sampieri, dopo aver sottoposto a verifiche una decina di imbarcazioni, hanno sequestrato oltre 150 metri di rete da pesca abusiva rinvenuta nelle acque prospicienti Punta Regilione. E’ stato infine perlustrato l’intero territorio di competenza, con posti di blocco e di controllo sulle principali arterie stradali, con il controllo una decina di esercizi commerciali.