Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 951
MODICA - 21/04/2012
Cronache - L’episodio si è verificato venerdì mattina in un istituto superiore di Modica, forse un liceo

Minori fumano spinelli a scuola, ragazza si sente male

Il caso scoperto dalla Polizia, dopo la telefonata da parte dei medici dell’ospedale «Maggiore», che avevano subodorato la causa del malore della ragazza Foto Corrierediragusa.it

Un malore a scuola, la corsa in ambulanza e l’immediata stabilizzazione dei valori clinici. Un brutto quarto d’ora per una studentessa di 16 anni di Modica, causato da uno spinello. Per questo episodio, per fortuna a lieto fine, è scattata la denuncia per un coetaneo della minorenne, V.C. le iniziali, di Pozzallo. Gli altarini sono stati scoperti dalla Polizia, dopo la telefonata da parte dei medici dell’ospedale «Maggiore», che avevano subodorato la causa del malore della ragazza.

I sospetti sono stati confermati dalle testimonianze dei giovani e dalla droga stessa, cannabis indica, che il pozzallese sedicenne custodiva in un portasigarette, assieme alle cartine per rollare gli spinelli. Tutto era accaduto venerdì mattina, intorno alle 8, poco prima dell’inizio delle lezioni, in un istituto superiore di Modica, forse un liceo, di cui gli investigatori hanno preferito non rendere noto il nome. La giovane si era soffermata con il pozzallese prima di entrare in classe. Alla coppia si erano aggregati altri due coetanei. Il giovane aveva quindi tirato fuori lo spinello, che gli studenti si passavano tra loro.

Stando a quanto accertato dagli investigatori, il pozzallese aveva poi preparato un secondo spinello, anche questo consumato al riparo da occhi indiscreti dal gruppetto, tra cui la ragazza, che, durante la lezione della prima ora, si è però sentita male. Un mancamento accompagnato da conati di vomito che ha indotto l’insegnante ad avvisare il dirigente scolastico, che ha poi chiamato l’ambulanza. Nulla di troppo grave, ma evidentemente il fumo aspirato dalla ragazza era stato eccessivo, tanto da provocarle il malore, a differenza degli altri tre amici. I medici, come accennato, sono riusciti subito a stabilizzare i valori clinici della ragazza, dopo averle somministrato gli opportuni medicinali.

Poi l’arrivo della Polizia, che ha accertato i fatti. Per la giovane e gli altri due assuntori, ovvero G.C., D.I. e F.D., è scattata la denuncia per assunzione di droga, mentre il pozzallese in possesso degli spinelli offerti agli amici è stato denunciato alla procura della Repubblica presso il tribunale dei minorenni di Catania. Nel portasigarette vi era tutto il materiale idoneo al confezionamento degli spinelli, oltre ad un involucro in cellophane trasparente, contenente circa mezzo grammo di sostanza stupefacente. I controlli delle forze dell’ordine proseguono per debellare il pericoloso fenomeno dello spaccio e del consumo di droga nelle scuole.

Spesso difatti gli studenti non si rendono conto dei gravi rischi alla salute che corrono per quello che viene a torto considerato l’innocuo tiro del cosiddetto «fumo», che, seppure in maniera sporadica, può portare effetti nocivi per la salute, come scoperto a sue spese dalla sedicenne.