Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 565
MODICA - 18/04/2012
Cronache - S.K., 32 anni, tunisino, aveva rubato due cassette di frutta in un rivenditore di Scicli

Picchia carabiniere e fugge dalla caserma, arrestato

Mobilitati decine di uomini, utilizzato anche un elicottero alla ricerca del fuggiasco

Manda un carabiniere in ospedale e fugge dalla caserma. S.K. , 32 anni, è stato alla fine acciuffato dai Carabinieri della compagnia di Modica dopo un tentativo di fuga durato oltre 12 ore. Sono stati mobilitati anche un elicottero e decine di uomini per bloccare il cittadino tunisino che nella mattinata di martedì aveva rubato due cassette di frutta in un supermercato a Scicli.

L’uomo era stato subito bloccato dai carabinieri e trasferito in camera di sicurezza presso la Compagnia di Modica S. K. Era riuscito tuttavia a fuggire dalla sede alla Compagnia in via Resistenza Partigiana dopo avere sferrato un calcio ad un carabiniere, liberandosi così dai controlli. Il carabiniere è stato curato presso il Pronto soccorso del Maggiore ed ha avuto una prognosi di dieci giorni.

Nel frattempo sono stati subito istituiti posti di blocco e controlli sui mezzi pesanti lungo le principali arterie della provincia alla ricerca del cittadino tunisino; un elicottero ha sorvolato la campagna tra Modica e Scicli alla ricerca del fuggiasco che alla fine è stato bloccato nel corso della notte.

S.K., era stato arrestato lo scorso 15 gennaio scorso, quando fu segnalato da un bambino di otto anni che allertò i carabinieri, mentre il malvivente stava scassinando alcune auto in sosta in Via Bixio a Scicli. Scarcerato successivamente, era stato, raggiunto successivamente un’ ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari» emessa dal Tribunale di Catania.


I ladri di galline e i ladri.............
18/04/2012 | 14.28.46
Seneca

Anche per i politici corrotti stesso accanimento!!!


la solita storia
18/04/2012 | 11.29.40
giovanni

la solita storia... il tizio è già molto "selvatico" per conto suo, la legge italiana è di un buonismo che dà il voltastomaco... e il tunisino ha capito che qui può fare quello che gli pare, tanto ti arrestano ma dopo un pò sei di nuovo fuori...