Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 690
MODICA - 26/03/2012
Cronache - Controlli intensificati in tutto il territorio nel fine settimana, a Monterosso due denunciati

Tre arresti dei Carabinieri tra Pozzallo, Scicli e Ragusa

Si tratta di un pozzallese, un tunisino ed un albanese

Due persone sono state arrestate dai Carabinieri della compagnia di Modica nelle ultime 24 ore. Il primo arresto è stato effettuato a carico di un operaio pozzallese di 30 anni, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere della Corte di Appello di Catania. Già arrestato nei mesi scorsi in esecuzione di un mandato di arresto europeo e sottoposto nelle settimane successive agli arresti domiciliari, ora il giovane torna in carcere per la prevista estradizione in Germania ove verrà consegnato all’autorità giudiziaria.

Dagli atti pervenuti in Italia dalla Germania è emerso che il cittadino pozzallese è accusato di 40 frodi consumate e di 3 reati di tentate frodi. Il secondo arresto, operato a Scicli, ha riguardato un 32 enne tunisino già arrestato dai militari della Tenenza di Scicli il 15 gennaio scorso allorquando, grazie alla collaborazione di un bimbo di 8 anni, venne sorpreso a rubare all’interno di alcune autovetture parcheggiate in strada.

Anche il resto del erritorio della provincia è stato passato al setaccio grazie ai controlli operati dai carabinieri nel fine settimana. Le pattuglie impiegate hanno avuto anche il supporto dei Reparti Speciali dell’Arma e del Nucleo Elicotteri di Catania.

Controllati 186 automezzi, identificate 208 persone, elevate 38 contravvenzioni al Codice della strada, decurtati 190 punti patente per infrazioni varie, ritirata una patente di guida, sottoposte a sequestro due. E’ stato arrestato un cittadino romeno di 32 anni, Gorga Ionel Adin, residente in città e disoccupato. L’uomo veniva bloccato all’uscita di un centro commerciale, immediatamente dopo aver asportato alcuni capi di abbigliamento ed aver rimosso il dispositivo antitaccheggio, dall’interno di un negozio di abbigliamento.

La refurtiva, per un valore di cento euro circa, è stata immediatamente restituita al legittimo proprietario, mentre il romeno, dopo le formalità di rito, è stato condotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

A Santa Croce Camerina i carabinieri hanno denunciato a piede libero per porto abusivo d’armi o oggetti atti ad offendere D.D., 27enne, e G.V., 30enne, entrambi vittoriesi, celibi, pregiudicati. I due sono stati fermati a Punta Secca ed, a seguito di perquisizione personale, sono stati trovati in possesso di un coltello di genere vietato avente la lama lunga 14 centimetri. Dopo le formalità di rito entrambi sono stati proposti per l’emissione di foglio di via obbligatorio.

A Monterosso Almo grazie alla collaborazione con i Carabinieri di Vizzini sono stati denunciati in stato di libertà G.D., 27enne, per furto, e G.P., 25enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, entrambi di Vizzini, celibi, disoccupati, pregiudicati. I due, sottoposti a perquisizione domiciliare a seguito di un furto all’interno di un bar sito a Monterosso Almo, sono stati trovati , il primo, in possesso di 18 pacchi ancora integri di gomme da masticare risultate rubati mentre nell’abitazione del secondo sono stati rinvenuti venticinque grammi circa di marijuana, sottoposta a sequestro.