Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1246
MODICA - 13/03/2012
Cronache - La vicenda di una eredità contesa finisce in tribunale

Anziana nomina unica erede la badante. 80enne non ci sta

Oggetto del procedimento un’anziana e il suo testamento

Due imputati accusati di appropriazione indebita e circonvenzione di incapace. Il gup ha disposto il duplice rinvio a giudizio respingendo però la richieste di costituzione di parte civile. Oggetto del procedimento un´anziana e il suo testamento. Dovranno comparire dinanzi al giudice il prossimo 26 novembre A.G., 83 anni, difeso dall´avvocato Fabio Borrometi, e una donna, F.C., 54 anni, professione badante, difesa dall´avvocato Alessandra Modica Bittoldo, entrambi di Modica. Una cognata 90enne dell´uomo, in precario stato di salute, era assistita dalla 54enne, che, ad un certo punto, era andata a vivere nella stessa casa. Era premurosa, affettuosa, i familiari dell’assistita non avevano di che lamentarsi. Ma all’improvviso l’anziana venne a mancare e tutti i parenti si attendevano dei lasciti dalla congiunta.

Lo sgomento fu enorme quando all´apertura del testamento si scoprì che la badante era stata indicata come erede universale dei beni lasciati in eredità. Chi non accettò nella maniera più assoluta fu proprio l´ultra 80enne che denunciò l´erede per circonvenzione di incapace. Ma la donna a sua volta denunciò l’anziano per appropriazione indebita, in quanto l’uomo avrebbe effettuato prelievi di denaro all´insaputa della cognata stessa. I nipoti avevano invano tentato di costituirsi a loro volta parte civile nel procedimento, richiesta, come accennato, respinta dal gup che ha proceduto solo al rinvio a giudizio degli imputati, come richiesto dal procuratore capo Francesco Puleio.