Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1158
MODICA - 24/02/2012
Cronache - Interessate due aziende appartenenti ad un unico titolare

Maxi evasione di un milione e mezzo di euro a Modica

L’evasore totale è stato denunciato in quanto evasore totale del tutto sconosciuto al fisco Foto Corrierediragusa.it

Una maxi evasione fiscale per un milione 430mila euro è stata scoperta dalle Fiamme gialle a Modica. Le due imprese modicane specializzate negli impianti di diverse componenti individuate dai finanzieri erano di fatto riconducibili alla stessa persona, che, per entrambe le imprese, aveva omesso di presentare la dichiarazione dei redditi per gli anni 2006 e 2010, sottraendo di fatto i suoi ricavi a qualsivoglia tipo di imposizione. Il titolare delle due aziende è stato denunciato in quanto evasore totale del tutto sconosciuto al fisco.

L´Iva dal contribuente ammonta a circa 280mila euro, quella non versata a 210mila. Risultano inoltre ritenute fiscali operate ai dipendenti e mai versate al fisco per circa 18mila euro.

L’attività di verifica fiscale cominciata nello scorso dicembre e recentemente conclusasi costituisce oltre che importante risultato nell’ottica di recupero a tassazione degli importi evasi, anche un importante segnale per il territorio: l’evasione fiscale è perseguita in tutte le forme da quella derivante dalle vendite al dettaglio a quella poste in essere, tramite articolati meccanismi di frode dalle società di capitali, e quella posta in essere degli evasori totali.

IL GEOMETRA - EVASORE DI SANTA CROCE CHE PIANGEVA MISERIA CON MEZZO MILIONE
di Federico Dipasquale

I controlli fiscali approdano anche nella cittadina e fanno clamore sia per l’entità dei compensi evasi che per il coinvolgimento di insospettabili professionisti. Le Fiamme gialle di Ragusa, costantemente impegnate nell’attività di verifica nei confronti di diverse categorie di contribuenti tra cui professionisti operanti nel settore edile, hanno accertato in questi giorni una evasione dalla tassazione di oltre 500mila euro di cui si è reso protagonista un geometra locale.

Gli accertamenti condotti dalla Guardia di Finanza hanno permesso di constatare che il professionista in questione, con uno avviato studio nella cittadina, per l’esercizio della propria attività, di fatto, comunicava al fisco la realizzazione di compensi per poche migliaia di euro, tali da non coprire nemmeno le spese necessarie per l’iscrizione all’albo professionale. Dopo una specifica autorizzazione rilasciata dal Comandante regionale della Guardia di Finanza di Palermo, sono state condotte indagini finanziarie al fine di ricostruire il reale volume di affari del professionista. Alla fine delle indagini le Fiamme gialle della Compagnia di Ragusa hanno permesso di recuperare a tassazione «elementi positivi di reddito non dichiarati» per 397 mila euro, di cui Iva dovuta per 36mila euro ed Iva relativa per 79mila 500 euro e violazioni all’Irap per 397mila 500 euro.

L’attività delle Fiamme gialle di Ragusa proseguirà costantemente in tutta la provincia al fine di assicurare alla collettività il rispetto delle norme in materia di imposte dirette, in generale ed Iva e in particolare. I controlli, comunica il Comando provinciale della Guardia di Finanza, saranno diretti soprattutto nei confronti dei professionisti.