Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 870
MODICA - 02/02/2012
Cronache - Interrogato il modicano di 45 anni G.C. che si è dichiarato estraneo ai fatti

Il presunto stupratore della sua stessa figlia è innocente?

Il gip si è riservato di decidere sulla revoca dei domiciliari

Dopo 4 ore d’interrogatorio il presunto orco 45enne di Modica accusato d’aver stuprato la figlia di 17 anni in vacanza si è dichiarato innocente. Il modicano G.C. ha risposto punto per punto alle domande del giudice per le indagini preliminari Sandra Levanti, dinanzi al suo difensore di fiducia Franco Vinciguerra, rigettando ogni fatto contestatogli dagli investigatori. In sostanza il presunto stupratore avrebbe sostenuto che sarebbe stata la figlia ad inventarsi tutto, forse plagiata dalla madre dalla quale l’uomo si era separato quattro anni fa.

La ragazza non sarebbe andata d’accordo con la madre, alla quale era stata affidata, e pertanto nel gennaio 2011 il tribunale ne aveva disposto l’affidamento ad una comunità per ragazzi disagiati con sede a Modica. Nel corso della villeggiatura, la scorsa estate, si sarebbe verificata la presunta violenza sessuale rigettata dal modicano, secondo cui i rapporti con la figlia sarebbero stati a tratti problematici, ma mai critici. Il gip si è riservato di decidere sulla revoca dei domiciliari, ai quali l’uomo resta per il momento ristretto, mentre la stessa richiesta è stata avanzata dal difensore anche al tribunale della libertà di Catania per la mancanza di gravi indizi di colpevolezza.