Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 702
MODICA - 30/10/2011
Cronache - Il branco si accanisce contro un 30enne

Aggressione in via V. Veneto, indagini in corso

E’ accaduto tutto in un batti baleno venerdì intorno alle 19

Aggredito e picchiato in pieno cittadino. In cinque se la sono presa con un trentenne modicano, F.C., in Via Vittorio Veneto, a poche decine di metri da dove, nel frattempo, si svolgeva Chocobarocco. E’ accaduto tutto in un batti baleno venerdì intorno alle 19. Pare che il trentenne stesse passeggiando sul marciapiede antistante l’istituto comprensivo «Santa Marta» dove abitualmente stazione un folto gruppo di giovane. Non è dato a sapere se ci fosse stata qualche parola non gradita e la replica della controparte.

Solo che, ad un certo, punto, alcuni passanti hanno udito le voci alterate in una zona dove si era formato un capannello di persone e poi, improvvisamente, si è passati alle vie di fatto. Erano in cinque, hanno, poi, raccontato alcuni ragazzi che hanno assistito ai fatti, che non hanno avuto mezze misure nel colpire contemporaneamente F.C., contribuendo acchè questi finisse a suolo e continuando a picchiarlo anche coi calci. Qualcuno è intervenuto, qualche altro ha lanciato l’allarme. I cinque giovinastri, allora, se la sono data a gambe facendo perdere le loro tracce.

Sul posto è intervenuta una volante del Commissariato e anche l’ambulanza del 118 che ha trasportato la vittima al Pronto Soccorso per essere curata. E’ stato successivamente dimesso con una prognosi di dieci giorni. Un episodio che mette ancora una volta in risalto lo stato di invivibilità lamentato da tempo da residenti e operatori commerciali per la presenza costante di un gruppo di vandali che, non solo disturba fino a notte fonda ma continua a provocare danni a strutture e cose varie.