Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 945
MODICA - 23/08/2011
Cronache - I controlli del Nucleo di Polizia Edilizia ed Ecologica diretto dal tenente Egidio Santaera

Sequestrati 2 edifici abusivi, 4 persone denunciate a Modica

I sequestri sono stati convalidati dal gip

Due immobili sequestrati e quattro persone denunciate. E’ l’esito di un’operazione del Noe, il Nucleo di Polizia Edilizia ed Ecologica diretto dal tenente Egidio Santaera. Nei giorni scorsi la sezione specializzata della polizia municipale ha accertato che in Via Modica Ispica si stava procedendo alla sopraelevazione di una struttura già esistente senza il preventivo rilascio del permesso per costruire.

Dalle indagini effettuate è anche emerso che i lavori si stavano eseguendo in una zona a rischio sismico. Il Noe ha, pertanto, provveduto al sequestro preventivo dell’immobile e alla denuncia del proprietario. Il sequestro è stato già convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Modica. Nella stessa operazione è stato individuato in Via San Giuliano un altro inmmobile, dove erano in corso lavori di sopraelevazione e ampliamento, senza le necessarie autorizzazioni. Una volta bloccati i lavori, dagli accertamenti è emerso che la struttura ricade in un’area dove vige il vincolo paesaggistico.

Si è provveduto al sequestro preventivo del cantiere, anche questo convalidato dal Gip. In questo caso sono stati segnalati, in stato di libertà, all’autorità giudiziaria, il proprietario dell’immobile e il titolare dell’impresa edile che stava eseguendo le opere abusive. Il Nucleo di Polizia Edilizia ed Ecologica ha denunciato, altresì, il proprietario di un edificio di Via Nazionale in quanto per aver disatteso l’ordinanza del sindaco di scerbatura obbligatoria dell’area di pertinenza dell’immobile per la tutela della pubblica incolumità.