Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1035
MODICA - 29/07/2011
Cronache - Pesa la morosità del comune con il fornitore di energia elettrica

Modica: contrade al buio per debito Enel e a causa dei ladri

Anche i malviventi provocano danni rubando i cavi elettrici

Strade al buio e pericolo costante per automobilisti e residenti della periferia di Modica. In via San Giuliano, nelle contrade S. Elena, Piano Pozzi e nelle vie Passogatta, Modica Giarratana e Modica Sampieri i pali dell’illuminazione pubblica funzionano da anni, ma i lampioni restano spenti da qualche mese per via del contenzioso tra comune ed Enel. Il fornitore di energia elettrica ha deciso, d’emblèe, di sospendere l’erogazione della luce pubblica. Il disagio si è verificato dopo il passaggio delle strade dalla provincia al comune.

Di conseguenza anche il contratto di fornitura elettrico ha visto subentrare l’ente di plazzo San Domenico, moroso con l’Enel per milioni di euro. A farne le spese i residenti, che si sentono poco tutelati sotto il profilo della sicurezza stradale e, quel che è peggio, in balia dei malintenzionati, che possono colpire con maggiore facilità, potendo contare sul favore delle tenebre. Del malcontento dei residenti si è fatto portavoce il capogruppo consiliare del Pdl Luigi Carpenzano, il quale ha inoltrato al sindaco Antonello Buscema e al presidente del consiglio comunale Carmelo Scarso una interrogazione con richiesta di trattazione dell’argomento nella prima seduta utile della civica assise, per trovare una interlocuzione con l’Enel ed individuare una soluzione alla problematica. Ma parecchie contrade restano al buio anche per il continuo furto di cavi elettrici.

Il preoccupante fenomeno si sta difatti allargando a macchia d’olio anche nel Modicano: a farne le spese, dopo Frigintini, anche le contrade Bosco Cavette e Cozzo Lupi. I ladri si sono portati via 600 metri di cavi elettrici, lasciando al buio decine di famiglie e bloccando l’attività giornaliera di ulteriori decine di aziende agricole. La denuncia arriva dal presidente dell’Unsic Ignazio Abbate, il quale esorta l’Enel a rispondere con sollecitudine alle segnalazioni dei residenti.