Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1268
MODICA - 26/07/2011
Cronache - Manette per Vincenzo Musumeci, 30 anni, arrestato a Barcellona

Modicano in Spagna con un´amica tenta di strangolarla

L’episodio è avvenuto lo scorso fine settimana in un hotel della metropoli catalana

Un trentenne modicano, Vincenzo Musumeci, è stato posto in stato di fermo a Barcellona dalla polizia a seguito della violenta aggressione nei confronti della sua ragazza. L’episodio è avvenuto lo scorso fine settimana in un hotel della metropoli catalana. Una vacanza che si è trasformata in un incubo per una trentunenne di Modica. La giovane aveva deciso di trascorrere qualche giorno in Spagna insieme al suo amico, Vincenzo Musumeci.

Già durante le prime ore del viaggio quest’ultimo aveva assunto un atteggiamento ossessivo nei confronti della giovane, con manifestazioni di gelosia fino a fare uso delle mani contro la giovane che non riusciva in alcun modo a tranquillizzarlo. Ogni occasione diventava utile per l’uomo per mettere su scenate di gelosia. Il culmine è stato raggiunto sabato scorso quando i due modicani si trovavano in hotel. Musumeci sarebbe, ancora una volta, andato in escandescenza.

Pare abbia addirittura sfondato con la violenza una porta della stanza d’albergo quando la giovane fidanzata aveva cercato di sottrarsi alla sua ira, chiudendosi dentro una stanza. Aperta la porta, Musumeci sarebbe passato alle vie di fatto aggredendo violentemente, in un impeto incontrollabile, la ragazza fino a tentare di strangolarla. Fortuna per quest’ultima che le grida sono state udite da una donna inglese che era alloggiata nella camera attigua.

Questa ha immediatamente chiamato la polizia che in breve ha raggiunto l’hotel bloccando il trentenne prima che mettesse in atto un gesto inconsueto. Ammanettato è stato condotto presso la «estación de policía» per le formalità conseguenziali. La donna è già rientrata a Modica ma le sue condizioni non sono certamente rassicuranti. Presenta numerosi traumi e contusioni su tutto il corpo. Ora ha deciso di affidarsi ad un avvocato di fiducia per tutelarsi in giudizio. Musumeci ieri sera ha potuto chiamare la famiglia. Lo aspetta un processo a Barcellona e anche un consistente risarcimento in primo luogo per i considerevoli danni causati all’hotel.