Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:11 - Lettori online 1745
MODICA - 07/07/2011
Cronache - Indagini del commissariato di Modica, denunciato titolare e 12 dipendenti

Chiusi i 27 punti vendita "Compro Oro" in tutta la Sicilia

Il reato è di falsità nei registri di acquisizione della merce

Un vasto giro di ricettazione di oro usato in provincia è stato scoperto dalla polizia di Modica. 27 i punti vendita chiusi in Sicilia, con l’informazione di garanzia a carico di un quarantenne titolare di una catena di rivendite di compro oro in provincia e di altre 12 persone alle sue dipendenze per il reato aggravato di falsità in registri in concorso fra loro. Le indagini hanno avuto inizio circa un anno e mezzo fa, a seguito di un episodio di ricettazione appurato dagli investigatori nel punto vendita «Compro Oro» di Ispica.

Qui si constatava che alcuni oggetti in oro, provento di furto, dopo l’acquisto erano stati venduti alla stessa vittima. Nel corso delle indagini, finalizzate ad accertare ulteriori violazioni di legge di natura penale e amministrativa, ne emergeva che i registri -preventivamente vidimati dall’Autorità preposta e su cui devono essere annotate giornalmente ed in ordine cronologico tutte le operazioni inerenti l’attività di acquisto degli oggetti in oro- erano stati volutamente manomessi dal titolare della rivendita di compro oro mediante alterazione e contraffazione delle date di acquisto, al fine di disfarsi anzitempo dei monili che i cittadini gli avevano venduto, in contrasto con le leggi antiriciclaggio e quindi impedendo ogni eventuale controllo di Polizia.

Tali verifiche effettuate dalla polizia di Modica venivano estese anche ad altri «Compro Oro» della provincia, ove veniva constatata la medesima prassi. A seguito delle risultanze investigative, il Questore di Ragusa ha sottoposto il legale rappresentante della società che gestisce tutti i punti vendita, un quarantenne, alla misura di prevenzione dell’Avviso Orale, unitamente a quanti insieme all’uomo si erano resi protagonisti di tali episodi. Infatti, per ogni filiale il titolare aveva nominato nella licenza un rappresentante della società. E’ stata inoltre sospesa per 60 giorni la licenza principale rilasciata al titolare, su cui si fondavano tutte le altre 27 licenze relative alle filiali presenti in Sicilia. Quindi, con un solo provvedimento amministrativo sono stati chiusi tutti i punti vendita «Compro Oro» ubicati tutti in Sicilia.