Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 547
MODICA - 28/06/2011
Cronache - L’uomo se l’è cavata con una scossa lieve. Le sue condizioni non sono gravi

Operaio folgorato da alta tensione, non è grave

Sul luogo dell’incidente sul lavoro è intervenuta anche la polizia per i rilievi di rito

Resta folgorato dai fili dell’alta tensione ma se la cava solo con l’intorpidimento del corpo e la perdita dei sensi. Poteva finire peggio all’operaio modicano di 34 anni rimasto vittima di un incidente sul lavoro verificatosi intorno alle 10 in una villetta privata di contrada Quartarella, sulla Modica Mare, nei pressi di una nota concessionaria d’auto. Il giovane operaio, dipendente di una ditta di produzione di calcestruzzi di Modica, stava manovrando un’auto gru per dei lavori d’edilizia all’esterno di un’abitazione.

Ad un certo punto il braccio della gru ha sfiorato i cavi dell’alta tensione dell’Enel, che riforniscono di energia elettrica le case della zona. La scossa si è propagata lungo il braccio di metallo del mezzo da lavoro fino all’abitacolo dove l’operaio stava azionando i comandi. Proprio le parti di gomma e plastica dell’abitacolo dell’auto gru hanno attutito la scarica, salvando in pratica la vita all’operaio. Sono stati gli stessi proprietari della casa a chiamare il 118, una volta resisi conto dell’accaduto. Il mezzo da lavoro si è bloccato mentre l’operaio versava privo di sensi nella cabina comandi.

Il braccio della gru si era invece fermato pericolosamente a pochi centimetri dai cavi elettrici. La corsa in ambulanza verso il vicino ospedale «Maggiore» (foto) ha consentito al giovane di ricevere subito le prime cure al pronto soccorso, dove è stato attivato il codice rosso. Per fortuna le condizioni cliniche del trentaquattrenne non sono apparse gravi, al di la del leggero shock causato dalla scarica elettrica attutita. Il giovane si trova adesso ricoverato a scopo meramente cautelativo, ma ha ripreso conoscenza quasi subito. Dopo gli ultimi controlli medici, il giovane sarà dimesso nelle prossime ore.

Sul luogo dell’incidente sul lavoro è intervenuta anche la polizia per i rilievi di rito. Dalla prima dinamica, pare comunque che tutti i protocolli di sicurezza siano stati rispettati. L’incidente pare dunque sia stato causato solo da una manovra errata dell’operaio, che non si sarebbe accolto dei pali alla cui sommità passavano i cavi dell’alta tensione.