Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 742
MODICA - 15/06/2011
Cronache - Il piccolo era sotto osservazione nel reparto di pediatria del "Maggiore"

Dimesso dall´ospedale bimbo di 4 anni azzannato da cane

Il piccolo ha riportato per fortuna solo ferite lievi agli arti e tanta paura
Foto CorrierediRagusa.it

E’ stato dimesso martedì dal reparto di pediatria dell’ospedale «Maggiore» di Modica il bimbo di quattro anni morsicato da un cane meticcio in via Loreto Gallinara a Modica Alta. Il bambini presenta sul torace e sul braccio i segni profondi del morso del cane, ma sta bene, anche se comprensibilmente scosso per quanto accaduto.

Il bimbo giocava abitualmente col cane, di cui si prendevano cura i vicini, e non era mai successo nulla. Lunedì mattino, invece, l’aggressione inspiegabile. Erano stati i genitori a strappare il piccolo dalle fauci del cane, recandosi subito al pronto soccorso, dove i medici avevano medicato le ferite, per fortuna non troppo gravi. Il cane dovrebbe invece essere affidato ad un veterinario e forse rinchiuso in un canile, Della trafila dovrebbe occuparsi il comune. Pare che l’animale non fosse vaccinato e non avesse impiantato nemmeno il microchip per l’anagrafe canina.

LA TRAGEDIA SFIORATA
Poteva finire davvero male ad un bambino di quattro anni azzannato ieri da un cane di proprietà con il quale stava giocando nei pressi della sua abitazione di via Loreto Gallinara a Modica Alta. Il bimbo ha riportato per fortuna solo ferite lievi agli arti e tanta paura.

Il bambino si trova adesso ricoverato nel reparto di pediatria al «Maggiore», tenuto sotto osservazione dall’equipe medica che ha prestato le prime cure. Non era la prima volta che il cane, un meticcio di media taglia che scorrazzava da mesi nella zona e peraltro abituato a stare con la gente, giocasse col bambino. Il cane, che non aveva mai mostrato segni di aggressività, ieri ha invece azzannato il bambino, provocandogli le ferite multiple. Il bambino dovrebbe essere già dimesso nelle prossime ore, dopo gli esami che saranno eseguiti anche per accertare se i morsi del cane possano avergli trasmesso qualche malattia, tra cui la rabbia.

In questo caso il bambino non correrebbe comunque alcun rischio, dopo il necessario vaccino. L’ipotesi non può essere trascurata, dal momento che, stando a quanto è stato possibile apprendere, pare che il cane non fosse né vaccinato, né con il microchip impiantato per l’iscrizione all’anagrafe canina. Pare che del cane si occupassero i vicini della famiglia della piccola vittima. Nelle prossime ore l’animale dovrebbe essere affidato ad operatori specializzati, tra cui un veterinario.

L’incidente, per fortuna non dalle conseguenze tragiche, riporta alla mente la tragica morte del bambino di dieci anni Giuseppe Brafa, sbranato vivo nel marzo 2009 dai randagi che infestavano contrada Pisciotto, mentre stava pedalando in sella alla sua bici. Per il bambino non ci fu nulla da fare. Anche in questo caso si sarebbe potuta consumare la tragedia, se in quel momento in casa non vi fossero i genitori del bimbo, che hanno letteralmente strappato il piccolo dalle fauci del cane. Il bambino è stato condotto in ospedale sanguinante e in lacrime. Dopo un primo esame al pronto soccorso, il bambino è stato poi trasferito nel reparto di pediatria, dove, come accennato, resta ricoverato a scopo meramente cautelativo.


ma ki si ci po fari....
13/06/2011 | 20.55.30
Salvo

A me piacciono quelle persone che lasciano i cani sciolti liberi di scorazzare , quando poi succedono le fesserie ci si kiede perchè succedono. Mahhhhh ognuno la pensi come vuole!!!