Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 812
MODICA - 12/06/2011
Cronache - Un anno e 4 mesi di carcere, pena sospesa

Allaccio abusivo diga S. Rosalia, condannato agricoltore

L’imputato ha patteggiato la pena

Processo per direttissima per un agricoltore di Frigintini, arrestato dai carabinieri della frazione agricola per furto aggravato di acqua del Consorzio di Bonifica. Antonino Giurdanella, 49 anni, è comparso davanti al giudice monocratico del Tribunale di Modica, Anton Giulio Maggiore, che in primo luogo ha proceduto alla convalida dell’arresto.

Il difensore ha poi chiesto che l’uomo fosse processato col rito del patteggiamento, trovando il consenso del pubblico ministero, Diana Iemmolo. Giurdanella è stato condannato, conseguentemente, a un anno e quattro mesi di reclusione e quattrocento euro di multa, pena sospesa. E’ stato, quindi, rimesso in libertà.

L’imputato è stato arrestato nei giorni scorsi, quando a seguito di un controllo effettuato nella sua azienda agricola di Contrada Gianforma Margione, è stato accertato che si era allacciato abusivamente alla condotta del consorzio nella parte dove passava la tubazione dell’ente e alla quale non aveva all’epoca ritenuto l’uomo doversi allacciare regolarmente. Nella sostanza, aveva divelto i sigilli e si appropriava di acqua. All’arrivo dei militari c’era la fragranza del reato giacchè era attivo un intero impianto di irrigazione.

E’ stato anche accertato che ben sette cisterne erano piene d’acqua quando, nei fatti, l’uomo non detiene alcun pozzo idrico da utilizzare per la sua attività. Era stata una denuncia anonima inviata alla Regione a fare scattare i controlli.