Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1206
MODICA - 15/01/2008
Cronache - Modica - Ha lasciato la rianimazione. E’ ricoverato in chirurgia

Migliora il quadro clinico
dell´operaio edile 36enne

Era precipitato dall’impalcatura di un cantiere irregolare Foto Corrierediragusa.it

E’ sensibilmente migliorato il quadro clinico del 36enne operaio edile vittima martedì mattina di un incidente sul lavoro. Il modicano ha lasciato ieri mattina la rianimazione per essere ricoverato nel reparto di chirurgia del «Maggiore», sottoposto a costante monitoraggio da parte dei medici che, per prudenza, continuano a mantenere la riserva sulla prognosi.

O.F. è comunque fuori pericolo, e non rischia la vita, nonostante il volo di oltre quattro metri dall’impalcatura sulla quale stava lavorando in un cantiere edile di un’abitazione privata ubicata in contrada Gisana, nelle campagne tra Modica e Pozzallo. Dai primi accertamenti effettuati dalla polizia municipale, nucleo edilizia, pare che il cantiere, peraltro posto sotto sequestro giudiziario, non possedesse i requisiti minimi di sicurezza in base alle rigide normative europee in materia.

Appaiono a questo punto certe le sanzioni, non solo di carattere amministrativo, per il titolare del cantiere dove si è verificato questo incidente sul lavoro. Dai primi rilievi, difatti, pare che il ponteggio dal quale era precipitato O.F. non fosse dotato delle cinghie di sicurezza che, spesso, salvano la vita del lavoratore di turno che, proprio come accaduto nel caso in oggetto, perde l’equilibrio a causa di un leggero malore.