Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1486
MODICA - 01/06/2011
Cronache - E’ stata la titolare ad accorgersi del furto, chiamando il 113

La signora dell´anello è una turista russa

Tanto l’imbarazzo della donna e inevitabile la denuncia per furto aggravato

Una turista russa sessantenne, di bell’aspetto e dai modi distinti, invece di comportarsi da gran signora in un negozio di preziosi, non resiste alla tentazione d’infilarsi un bell’anello in tasca, improvvisandosi ladra. Una mossa che non è sfuggita all’attenta titolare della gioielleria, che, preso atto che la turista stava continuando a guardare gli altri monili come se nulla fosse, ha subito chiamato il 113, senza farsi accorgere dall’insospettabile ladra. Grande è stata la sorpresa della turista russa quando si è vista presentare gli agenti, che, effettivamente, hanno rinvenuto l’anello addosso alla donna.

Tanto l’imbarazzo e inevitabile la denuncia per furto aggravato. L’episodio si è verificato nella gioielleria di piazza Corrado Rizzone, nel centro storico. La donna era entrata nel negozio come una normale cliente dai modi distinti. Poi la «tentazione» di appropriarsi di un anello troppo caro per le sue possibilità. Se non fosse stato per l’occhio vigile della titolare e per il tempestivo intervento della polizia, la turista russa avrebbe anche potuto farla franca. Così non è stato, e per la donna è scatta la segnalazione alla procura di Modica. La volante transitava provvidenzialmente nei pressi della gioielleria, nell’ambito dei servizi di controllo del centro storico predisposti dal questore Filippo Barboso e coordinati dal vice questore aggiunto del commissariato Maria Antonietta Malandrino.