Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1025
MODICA - 26/04/2011
Cronache - Modica: i commenti dopo l’arresto di Riccardo Minardo

Oliva sul Copai: un "tempismo strano". Duro Giambrone

Il Pd di Modica confida nella magistratura Foto Corrierediragusa.it

OLIVA: "TEMPISMO STRANO"
«Il provvedimento ci sorprende per la tempistica, vista la concomitanza delle elezioni amministrative a Ragusa. Esprimiamo comunque fiducia nell’operato della magistratura, dalla quale ci attendiamo adesso una pronta conclusione della vicenda». Lo afferma il senatore Enzo Oliva, coordinatore regionale dell´Mpa in Sicilia, commentando la notizia degli arresti per l´esponente del suo partito. Il senatore si dice «certo che Riccardo Minardo e sua moglie sapranno dimostrare la propria estraneità alle accuse».

GIAMBRONE: "IL PD FACCIA UNO SCATTO D´ORGOGLIO E LOMBARDO REAGISCA"
Duro invece il commento di Idv, secondo cui «la questione morale in Sicilia è ormai ai massimi livelli e, se il governatore Lombardo non si decide a fare un passo indietro, devono essere le forze responsabili a metterlo in minoranza". Lo dice il senatore Fabio Giambrone (foto), segretario regionale di Idv in Sicilia. "Abbiamo espresso i nostri gravi sospetti sulle attività del Copai diverse volte - aggiunge - e, in particolare, nell’incontro della scorsa settimana organizzata dal capogruppo Idv nel Consiglio provinciale di Ragusa e vicepresidente del partito, Giovanni Iacono: non è più possibile fingere – aggiunge Giambrone – di non vedere la cattiva gestione ed i comportamenti eticamente censurabili da parte di alcuni esponenti politici, frutto di un malcostume che è nostro dovere isolare e sconfiggere".

"Il Pd - conclude - non ha più scuse ed i temporeggiamenti non fanno che aggravare la situazione, ritiri dunque immediatamente l´appoggio alla Giunta Lombardo, altrimenti sarà complice della proliferazione di un sistema clientelare e affaristico che avvelena la Sicilia".

IL PD DI MODICA: "ABBIAMO FIDUCIA"
Il Partito Democratico di Modica, esprimendo fiducia e rispetto nei confronti dell’attività della magistratura e delle forze dell’ordine e consapevole del principio di presunzione di innocenza, confida che tutte le persone coinvolte riescano a dimostrare la propria estraneità ai fatti loro imputati.

Dal punto di vista politico amministrativo, poiché l’indagine non riguarda persone e fatti riconducibili all’attività amministrativa, la vicenda giudiziaria non inficia i rapporti amministrativi e di coalizione. Resta immutato pertanto l’impegno a portare avanti le iniziative programmatiche per continuare insieme a tutti gli alleati ad amministrare con determinazione e coraggio la città di Modica nel pieno rispetto del mandato ricevuto dai cittadini.