Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:32 - Lettori online 1204
MODICA - 15/04/2011
Cronache - Modica: le indagini del procuratore Puleio e del procuratore aggiunto Scollo

Liquami di latticini nelle fogne, a giudizio 2 imprenditori

Sono i titolari di una impresa lattiero – casearia ubicata in contrada Zappulla

Avrebbero smaltito in maniera illecita rifiuti speciali non pericolosi provenienti dallo stabilimento lattiero – caseario di cui erano responsabili. La citazione a giudizio è stata di conseguenza chiesta dal procuratore Francesco Puleio a carico di due imprenditori di Modica titolari di una impresa lattiero – casearia ubicata in contrada Zappulla.

Le indagini sono state coordinate, oltre che da Puleio, anche dal sostituto procuratore Gaetano Scollo. G.R. e E.P. sono accusati d’aver smaltito acque reflue provenienti dal ciclo di lavorazione lattiero - casearia dell’impianto, anche durante il giorno, in orari non consentiti dalla legge, senza averli preventivamente sottoposti a depurazione. Stando alle indagini, i due imprenditori modicani avevano fatto realizzare una condotta costituita da una tubazione in plastica di circa 15 metri che, dallo stabilimento, scaricava i reflui della lavorazione dei latticini direttamente nella fognatura comunale, con tutte le conseguenze del caso, tra cui un fetore sopra la norma.

Pare che lo smaltimento illegale fosse stato portato avanti quotidianamente da agosto a ottobre 2010, come accertato dalle indagini tre mesi dopo, a seguito delle segnalazioni dei residenti della popolosa frazione rurale di Modica. La procura contesta dunque ai due modicani la reiterata condotta illecita portata avanti in concorso, con danno alla fognatura pubblica e ai residenti delle case vicine allo stabilimento.