Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:40 - Lettori online 1410
MODICA - 03/02/2011
Cronache - Modica: per banali questioni di vicinato

Lite tra fratelli finisce in tribunale: un´assoluzione

Francesco Azzarelli aveva fatto abbattere dagli operai un muro divisorio in via Colombo per realizzare dei lavori edili, ma la pala meccanica aveva danneggiato la casa del fratello Giorgio

Una banale lite tra fratelli per questioni di confine a Pozzallo è sfociata in tribunale. Francesco Azzarelli aveva fatto abbattere dagli operai un muro divisorio in via Colombo per realizzare dei lavori edili, ma la pala meccanica aveva danneggiato la casa del fratello Giorgio, montato su tutte le furie. Ne era scaturito un acceso diverbio che aveva portato i due fratelli in tribunale, uno come imputato, e l’altro come parte civile.

Ieri la sentenza. Francesco Azzarelli, difeso dagli avvocati Giovanni Giuca e Franco Rovetto, è stato assolto dal giudice perché il fatto non costituisce reato. L’imputato era accusato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose. Il giudice ha ritenuto che il danneggiamento dell’immobile della parte civile non fosse stato provocato in maniera intenzionale, ma solo accidentale. Da qui l’assoluzione dell’imputato, per il quale il pm aveva invece chiesto la condanna al pagamento di 400 euro di multa.