Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 637
MODICA - 28/12/2010
Cronache - Modica: l’avvocato difensore del tunisino annuncia la decisione

Stupratore dottoressa, ricorso in appello contro sentenza

Khalifa violentò, picchiò e derubò la donna della borsetta, dopo averla spintonata a terra, minacciandola con un’arma impropria

Ricorso in appello avverso la sentenza di condanna a dieci anni inflitta la scorsa settimana dal giudice per le udienze preliminari al tunisino di 22 anni Anis Khalifa. Il ricorso è stato presentato dal difensore del tunisino, l’avvocato Francesco Giardina. La dottoressa cinquantenne, di cui il malvivente abusò lo scorso marzo nella guardia medica di Scicli, lavora adesso al centro unico di prenotazione di via Aldo Moro a Modica.

Il marito, anch’egli medico, è da qualche mese tornato al lavoro, dopo essersi messo in aspettativa per alcune settimane, al fine di accudire la moglie che, ancora oggi, utilizza talvolta la stampella. La donna non ha riacquistato la piena mobilità della gamba, che si fratturò nella rovinosa caduta durante la colluttazione con il tunisino, quella tragica notte in cui prestava servizio da sola nella struttura. Khalifa violentò, picchiò e derubò la donna della borsetta, dopo averla spintonata a terra, minacciandola con un’arma impropria. La condanna è stata ridotta di un terzo, visto che il giudice ha giudicato il tunisino con il rito abbreviato.