Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1118
MODICA - 30/11/2010
Cronache - Modica: il giudice ha inflitto la pena di 2 anni di carcere

Tentò una rapina disarmato, condannato Bruno Lutri

L’episodio si era verificato a Scicli nella notte tra l’8 e il 9 agosto scorsi ai danni dell’hotel Novecento di via Aleardi, nei pressi di via Francesco Mormina Penna

Aveva tentato una rapina lo scorso agosto ai danni di un hotel di Scicli. Un giovane sciclitano, Bruno Lutri, 24 anni, è stato condannato in udienza preliminare con il rito abbreviato. Nel processo a porte chiuse celebratosi in tribunale, il magistrato Patricia Di Marco ha inflitto all’imputato due anni di carcere, sei mesi in meno rispetto alla richiesta del procuratore capo Francesco Puleio. Bruno Lutri era difeso dall’avvocato Rinaldo Occhipinti.

L’episodio si era verificato nella notte tra l’8 e il 9 agosto scorsi ai danni dell’hotel Novecento di via Aleardi, nei pressi di via Francesco Mormina Penna. Il giovane si era presentato, poco dopo la mezzanotte, al portiere dell’albergo. Lutri aveva intimato, con fare minaccioso, ma senza armi, la consegna di tutti i soldi contenuti nella cassa. Lo sciclitano non si aspettava il deciso rifiuto del dipendente dell’albergo, e neppure l’improvviso arrivo nella hall di alcuni clienti. Lutri si era quindi visto costretto a fuggire a mani vuote.

Dopo la denuncia del direttore dell’hotel, il giovane era stato individuato e arrestato poche ore dopo dai Carabinieri, anche con l’ausilio del sistema di videosorveglianza, le cui telecamere a circuito chiuso avevano ripreso tutta la scena.