Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1476
MODICA - 22/10/2010
Cronache - Modica: accolto il ricorso della Provincia regionale

Sospensiva Tar su rimozione discariche abusive a Modica

Sospese le ordinanze del comune modicano, in attesa della prima udienza per la trattazione di merito, fissata per gennaio 2012

Potrebbe essere il comune di Modica, e non la provincia regionale di Ragusa, a farsi carico delle spese necessarie per ripulire il territorio di competenza dalle discariche abusive. Lo ha stabilito il tribunale amministrativo regionale, almeno in via temporanea, accogliendo il ricorso presentato dall’ente di viale del Fante avverso le ordinanze emesse dal comune modicano, con le quali veniva imposto alla provincia l’obbligo di procedere alla bonifica a sue spese.

Adesso i giudici del Tar hanno sospeso in via temporanea le ordinanze del comune di Modica, in attesa della prima udienza per la trattazione di merito, fissata per gennaio 2012. L’assessore provinciale al territorio ed ambiente Salvo Mallia, dicendosi soddisfatto della sospensiva del Tar, ribadisce d’aver sempre nutrito piena fiducia nella legge.

«Trattandosi di discariche presenti su un territorio di proprietà del comune di Modica – dichiara Mallia – siamo sempre stati dell’idea che spettasse all’ente di palazzo San Domenico tenere le proprie strade sgombre e pulite da qualsiasi rifiuto, come peraltro stabilito dalla normativa vigente e dalle circolari regionali. Ciò non toglie – conclude Mallia – che la Provincia è sempre disponibile ad intervenire e a collaborare con le amministrazioni locali, per il bene della collettività».