Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 908
MODICA - 29/09/2010
Cronache - Modica: i due sono stati segnalati quali assuntori di droga

La polizia denuncia a Modica un minore e un 35enne

Proseguono i controlli delle forze dell’ordine in città dopo gli eventi criminosi di questi ultimi giorni

Proseguono i controlli delle forze dell’ordine in città dopo gli eventi criminosi di questi ultimi giorni. La polizia ha finora vagliato le posizioni di circa una cinquantina di persone sospette, parecchie delle quali segnalate ai competenti uffici. Tra questi soggetti anche i due giovani che qualche giorno fa avevano tentato una improbabile fuga per i tetti delle case di via Campailla, nei pressi di vico Scrofani, l’area retrostante la scuola media Ciaceri. I poliziotti hanno accertato che si trattava di un tunisino di 16 anni, in regola con il permesso di soggiorno e figlio di una coppia di immigrati che vive di lavori saltuari, e di un modicano di 35 anni, senza fissa occupazione. Entrambi hanno dichiarato di fare uso di droghe e pertanto è scattata la segnalazione alla prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Il tunisino minorenne e il 35enne di Modica avevano tentato di sottrarsi ai controlli della polizia, rifugiandosi in una casa disabitata e tentando la fuga per i tetti, prima d’essere bloccati e condotti in commissariato. La polizia rinnova la raccomandazione ai cittadini di chiamare il 113 per segnalare persone sospette o situazioni poco chiare. La fattiva collaborazione tra residenti e forze dell’ordine costituisce difatti la migliore forma di prevenzione dei crimini. A giorni dovrebbe concretizzarsi il progetto della telesorveglianza, come annunciato dal sindaco Antonello Buscema, che ha chiesto altresì un incontro con il prefetto Francesca Cannizzo.