Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 1174
MODICA - 18/08/2010
Cronache - Modica: il ragazzo non potrà più avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla giovane

Modicano di 22 anni terrorizza la sua ex ragazza minorenne

E’ stata la squadra mobile a scoprire e a portare a galla la vicenda

Terrorizza la sua ex ragazza, peraltro minorenne, al punto da costringerla a barricarsi in casa, spegnendo il cellulare per isolarsi dal mondo. L’ennesimo caso estremo di stalking, vale a dire le vessazioni psicologiche di una persona nei confronti di un’altra, spesso di sesso opposto, è stato scoperto dagli agenti della sezione specifica della squadra mobile di Ragusa, su direttive del dirigente Francesco Marino.

Il 22enne modicano, che vessava la sua ex con telefonate continue, pedinamenti e appostamenti con tanto di scenate, se l’è cavata solo con un divieto ad avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla vittima. La ragazzina minorenne temeva per la propria incolumità ed evitava ormai di uscire di casa. La vita della giovane da qualche tempo si era trasformata in un piccolo inferno personale, a causa della morbosa ostinatezza del suo ex ragazzo, che non intendeva rassegnarsi alla fine del rapporto.

Vedendosi respinto anche al cellulare, il giovane aveva scritto frasi oltraggiose nei riguardi della vittima sui muri della città, provocando ulteriore ansia nella ragazza. Inevitabile a questo punto la denuncia dei fatti alla squadra mobile di Ragusa, il cui reparto specifico si è messo subito al lavoro, svolgendo le opportune indagini per accertare i fatti. Il divieto della polizia al giovane, che non può più avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla sua ex e tantomeno alla sua abitazione, consentirà alla ragazza di vivere una vita più tranquilla, al riparo dalle prepotenze del suo ex, sempre più rancoroso a causa della fine della storia.

«Non bisogna mai sottovalutare simili situazioni – dichiara il dirigente della Mobile Francesco Marino – che, se non bloccate per tempo, possono sfociare in autentiche tragedie, come l’omicidio o il suicidio. Proprio per questo motivo – conclude il dirigente – abbiamo creato un reparto specifico, disponibile 24 ore al giorno per chi ne ha bisogno». Un appello condiviso dal questore Filippo Barboso, che esorta i cittadini a denunciare i casi di stalking.