Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1521
ISPICA - 22/05/2010
Cronache - Ispica: le manette sono scattate per un 46enne di Avola

Violenta, picchia e minaccia di morte la ex moglie. Arrestato

L’energumeno ha addirittura minacciat di morte la donna, se avesse riferito alle forze dell’ordine della violenza subita

Stupra tra le mura domestiche la ex moglie e la picchia selvaggiamente con calci e pugni per renderla inoffensiva ed impedirle di gridare e cercare aiuto. E’ l’esecrabile azione compiuta ad Ispica da un 46enne di Avola, già noto alle forze dell’ordine. Dopo aver abusato sessualmente della donna, l’energumeno l’ha addirittura minacciata di morte, se avesse riferito alle forze dell’ordine della violenza subita.

«Ti seguirò ovunque e ti ucciderò», avrebbe intimato l’uomo alla terrorizzata vittima. Per fortuna l’energumeno non potrà più nuocere a nessuno, visto che è stato arrestato dai Carabinieri, coordinati dal capitano Alessandro Loddo. Era da qualche giorno che il 46enne di Avola si recava ad Ispica con l’obiettivo di perseguitare la ex consorte con pedinamenti, appostamenti e telefonate continue. In un’occasione l’uomo si era fatto trovare sotto il balcone di casa, urlando di voler entrare. Al rifiuto della donna, il 46enne avrebbe cominciato a gridare frasi minacciose ed ingiuriose nei confronti della ex moglie. Parole offensive dai toni duri. Minacce gravissime, anche di morte.

Un incubo per la malcapitata, culminato nella violenza sessuale. L’uomo aveva atteso che la donna restasse sola in casa per agire, dopo aver danneggiato il portone d’ingresso dell’abitazione nel vano tentativo di penetrare di nascosto in casa. In un altro episodio, l’avolese aveva riempito la serratura di mastice per impedire alla donna di uscire di casa. L’uomo è alla fine riuscito con l’inganno a farsi aprire la porta dalla ex moglie, di cui ha abusato sessualmente, dopo averla picchiata e terrorizzata.

La donna ha però preso il coraggio a quattro mani, denunciando l’accaduto ai carabinieri della stazione di Ispica. Le successive indagini dei militari hanno indotto il giudice per le indagini preliminari ad emettere l’ordinanza di carcerazione per il 46enne, su richiesta della procura. L’uomo è stato così arrestato per violenza sessuale, lesioni personali aggravate , violenza privata, danneggiamento e minacce. Il 46enne si trova adesso rinchiuso nel carcere di Siracusa.