Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1228
ISPICA - 11/11/2009
Cronache - Ispica: i rapinatori di banche prendono di mira la città ispicese

Banda del taglierino rapina 40mila euro alla Banca di Lodi

Prima della chiusura degli sportelli, in 3 hanno puntato il cassiere che ha dovuto consegnare tutto il denaro in suo possesso. Poi sono andati via verso il centro storico come se nulla fosse accaduto

Banche aperte per tutti i rapinatori. A Ispica il colpo alla Banca Popolare di Lodi è stato eccellente. Più o meno 40 mila euro il bottino arraffato dai 3 malviventi che hanno agito con freddezza e determinazione. La banda del «taglierino» non ha dovuto faticare molto per portare a compimento il piano.

Pressappoco all’ora di chiusura per la pausa pranzo, i 3 sono entrati in azione quando nell’ufficio di via Duca degli Abruzzi c’erano pochi avventori. Hanno puntato direttamente alla cassa e sotto la minaccia del taglierino hanno sottratto al cassiere la «modica» somma di 40 mila euro.

Presi i soldi, i banditi si sono diretti verso l’uscita raggiungendo a piedi le vie del centro storico, dove qualche complice li attendeva sicuramente in macchina col motore acceso.

Quest’ultimo colpo dovrebbe fare riflettere sul sistema della sicurezza le istituzioni, gli istituti di credito stessi e le forze dell’ordine. Sono sempre più frequenti, infatti, le rapine nelle banche. E molti con successo, come quello alla banca di Lodi e gli altri che si sono verificati in quasi tutti i comuni della Provincia.