Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1090
ISPICA - 31/08/2009
Cronache - Ispica: il movimentato episodio a lieto fine si è registrato sabato a Santa Maria del Focallo

Stava per annegare, turista salvato dalla Protezione civile

Attimi di paura per la famiglia francese in vacanza sul litorale ibleo, ma i volontari in servizio hanno scongiurato la tragedia

Si è trovato sul punto di annegare, nel tardo pomeriggio di sabato, un turista salvato in extremis dai bagnini del gruppo comunale volontari della Protezione civile. Le ferie in Sicilia di una famiglia francese sono quasi finite in tragedia: l’ultimo giorno di vacanza sulla spiaggia di Santa Maria del Focallo rischiava d’esserlo in tutti sensi per Florian Bartolone, 28 anni. L’uomo, allontanandosi a nuoto, non riusciva a rientrare a riva ormai privo di forze, faticando per mantenersi a galla.

I bagnini in servizio (si trovavano nella postazione di «Foce vecchia»), Samuela Roccasalva e Simone Figura hanno notato la difficoltà nel ritornare a riva di un bagnante. L’uomo era distante almeno 150 metri dalla battigia e, con estrema fatica, cercava di tenersi a galla. L’emergenza è subito scattata. Mentre Roccasalva avvisava la sala operativa, Figura interveniva per salvare il malcapitato turista.

Vista la robustezza di Bortolone, il bay watch è riuscito a stento a trasportarlo a riva. Dopo diversi, infiniti minuti di immani difficoltà e di grande apprensione, hanno tirato un sospiro di sollievo sia la famiglia del francese, sia le persone presenti sulla spiaggia: la preparazione tecnica, fisica e il sangue freddo di Figura hanno salvato il turista.

La tragedia è stata sfiorata al calar del sole, diversi minuti dopo le 18.30, nei pressi di. Risulta necessario sottolineare l’orario dell’incidente in quanto i bay watch prestano ogni giorno servizio fino alle 19. Ciò significa che Bartolone è stato notevolmente fortunato: qualche minuto più tardi non ci sarebbe stato nulla da fare. Questo vuol servire da monito, sollecitando i bagnanti a fare molta attenzione, immergendosi solo in orari «protetti» quando non si è provetti nuotatori.

Grande la soddisfazione dell’istruttore nuoto che ha curato la preparazione dei bagnini. Fabio Biagio Fidone, coordinatore del gruppo comunale volontari della Protezione civile, ha sottolineato l’importanza del servizio e della sicurezza garantita ogni anno lungo tutto il litorale.

«L’episodio, dal felice esito – ha tenuto a precisare il sindaco piero Rustico - ha dimostrato ancora una volta la validità del servizio di vigilanza su tutte le spiagge ispicesi. Sono certamente ben spese, dunque, tutte le risorse umane e del bilancio comunale impegnate ogni anno per l’operazione Spiagge sicure. Fa onore alla Città poter disporre di tanti giovani volontari che sacrificano il loro tempo durante l’estate in una operazione che di anno in anno, per il sempre maggiore afflusso di villeggianti nel nostro territorio, acquista sempre più valenza e importanza. Gli episodi degli ultimi giorni lo dimostrano chiaramente».