Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 13:02 - Lettori online 959
ISPICA - 12/11/2017
Cronache - Del gesto delinquenziale è convinto il direttore dell’ente Bizzini

Incendio doloso di 2 auto al consorzio di bonifica

La solidarietà del Comitato "Santa Maria del Focallo - Marina Marza" Foto Corrierediragusa.it

Indagini a 360 gradi sull´incendio che, giovedì sera, ha distrutto 2 Fiat Panda parcheggiate nel deposito del Consorzio di bonifica 8 Sud Orientale di Ispica, in contrada Foce Vecchia a Santa Maria del Focallo. Risolutivo l’intervento immediato dei vigili del fuoco del distaccamento di Modica per evitare ulteriori danni. Della matrice dolosa dell´incendio è convinto il direttore generale del consorzio di bonifica 8, l´ingegnere Fabio Bizzini, che, in una nota, ha dichiarato: "Si stigmatizza e si condanna quanto accaduto nella sede del Consorzio di bonifica 8 di Ragusa, accorpato al Consorzio di bonifica Sicilia Orientale. L’incendio, di chiara natura dolosa, che è stato prontamente domato dai vigili del fuoco, ha causato la distruzione di due automezzi Fiat Panda e danni in corso di quantificazione agli impianti consortili. Tali gravi atti hanno arrecato pregiudizio non solo all’ente - si continua a leggere nella nota - ma a tutta la collettività iblea". L’ingegnere Bizzini, al fine di garantire la continuità dei servizi resi all’utenza, ha già provveduto a disporre la sostituzione dei mezzi incendiati con altrettante autovetture provenienti dai comprensori di Caltagirone ed Enna, "Nell’ormai chiaro spirito di unione e collaborazione - conclude lo stesso direttore - fra tutti i Consorzi accorpati".

Il Comitato "Santa Maria del Focallo - Marina Marza" è intervenuto sulla vicenda e, tramite il Presidente Tiziana Scuto, a nome di tutto il Direttivo "Esprime il proprio rincrescimento per l’accaduto e manifesta stupore, al tempo stesso, poiché l’evento, più che frutto di semplice casualità, viene addebitato a fatti delinquenziali. Una simile ipotesi - si legge nella nota del Comitato - lascia sbalorditi poiché tali atti di vigliaccheria non appartengono alla nostra cultura ed alla nostra gente sempre rispettosa delle regole e delle istituzioni.

Pertanto tutto il Comitato, nel prendere atto dell’accaduto, esprime solidarietà al direttore Generale del Consorzio Fabio Bizzini, ed a tutti i dipendenti e operatori della sede di Foce Vecchia, augurandosi che questo vile atto di intimidazione - intervenuto oltretutto in questo periodo di piogge in cui l’intervento del Consorzio è necessario, indispensabile e sempre risolutivo - non freni l’attività preziosa dell’Ente, che già da tempo questo Comitato riconosce, e che, piuttosto, dia nuove e più forti motivazioni per andare avanti. Ringraziamo altresì il direttore Bizzini per la solerzia dimostrata nella sostituzione dei mezzi incendiati che consentiranno la normale attività del Consorzio Foce Vecchia specie in questo momento di criticità meteorologica. Infine - chiude la nota - attendiamo fiduciosi gli esiti delle indagine in corso".