Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 894
ISPICA - 30/01/2016
Cronache - E’ successo intorno alle 13,15 in pieno centro

Rubati i soldi delle pensioni alle poste di Ispica

Dei malviventi nessuna traccia dopo il colpo: forse sono del Catanese Foto Corrierediragusa.it

E´ di circa 130 mila euro il bottino arraffato dai tre malviventi col volto coperto che, alle 13,15 di sabato, hanno fatto irruzione nell’ufficio postale ispicese, per fortuna vuoto in quel momento, dalla porta principale di via Vittorio Veneto, che era ancora aperta al pubblico. I rapinatori, nonostante la sede delle Poste si trovi in pieno centro e poco distante da piazza dell’Unità d’Italia, hanno agito indisturbati e in pochissimi minuti. Infatti, hanno ignorato il denaro in cassa negli sportelli e sfruttando il panico seminato fra il personale, hanno facilmente superato le barriere chiudendo a chiave nell’ufficio sul retro uno dei dipendenti in servizio e intimando di aprire la cassaforte. Il dipendente ha tirato fuori dal mazzo le chiavi della cassaforte, aprendola. A quanto pare,vi era custodita la cospicua somma di denaro, intorno ai 130 mila euro, tra cui la maggior parte destinata alle pensioni da distribuire agli utenti. Pare che fuori ci fosse un complice, un quarto uomo,a fare da palo al volante di un’auto col motore acceso. I criminali incappucciati pare fossero italiani. I dipendenti postali sembra abbiano colto l’accento siculo, forse del Catanese. Le forze dell’ordine stanno lavorano senza sosta, visionando le immagini delle telecamere di sicurezza interne ed esterne, cercando di tracciare l’identikit dei rapinatori.