Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1247
ISPICA - 15/02/2015
Cronache - A distanza di un mese dal fatto di sangue i fuggitivi sono stati arrestati

Rapina con accoltellamento finale: 2 arresti

Le manette sono scattate ad opera dei carabinieri Foto Corrierediragusa.it

Un mese fa rapinarono due connazionali di origini tunisine accoltellandone uno, ma erano riusciti a scappare, facendo perdere le loro tracce. A circa 30 giorni di distanza dalla violenta aggressione Kamel e Najeb Chaabane, rispettivamente di 27 e 28 anni, incensurati, sono stati arrestati dai carabinieri. Sul loro capo pende l´accusa di rapina in concorso e lesioni aggravate. I due sono stati rinchiusi in carcere con il loro complice, il 34enne Moncef Ghezal, anche lui tunisino e incensurato, che era stato tratto in arresto dai militari dell´arma in flagranza di reato subito dopo l´accoltellamento al connazionale. L´arresto avvenne proprio nell´area di servizio sita sulla Strada provinciale 67, dove era avvenuta l´aggressione. I tre complici avevano preso di mira due fratelli tunisini. Armati di coltelli e di bastoni, minacciandoli di morte, e, ancora, con violenza e con percosse, si appropriarono dell´autovettura dei due connazionali, dei soldi in contanti che i due avevano addosso in quel momento e di carte di credito e, nell´occasione, sferrarono una coltellata a una delle due vittime, causando delle lesioni giudicate guaribili in sette giorni dai medici del Pronto soccorso, dove il giovane fu accompagnato per le cure.

Ora anche gli altri due autori della rapina con accoltellamento sono stati assicurati alla giustizia.