Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1285
ISPICA - 07/02/2015
Cronache - Le condanne sono complessivamente 20

Maxi rissa in carcere, condanna pure per un ispicese

Originariamente erano finiti in 31 sotto processo Foto Corrierediragusa.it

C’è anche un ispicese tra i venti condannati per una maxi rissa avvenuta del 28 settembre del 2009 all´interno del carcere di Piazza Armerina, nel corso della quale rimasero feriti o contusi dieci detenuti e tre assistenti di Polizia Penitenziaria. Si tratta di Giuseppe Monti che ha avuto inflitti nove mesi di reclusione con l’accusa, appunto, di rissa, parimenti a Francesco La Marca di Saviano, in provincia di Napoli, Vincenzo Di Somma di Castellammare di Stabia, Santo Naselli di Nissoria, il marocchino Walid Harhour, Bafoday Ceesay del Gambia, Domenico Russo e Vincenzo Nappello di Napoli, il nigeriano Okamibo Okorie, il palermitano Giovanni Scavone, i marocchini Yunes Moutamid, Samir Fernane, Driss Guerine e Mohamed Ain Tomar. La furibonda lite, le cui ragioni sono rimaste oscure, avvenne all´interno della casa circondariale, durante un momento di "socializzazione".

Originariamente erano finiti in 31 sotto processo, poi alcune posizioni furono state stralciate. In sei sono stati, invece, condannati a 3 anni e 3 mesi di reclusione: i catanesi Gaetano e Sandro Berti, Salvatore Bonaccorsi, Antonio Nigito, Giuseppe Scuderi (di Acicatena) e il serbo Zeliko Dinovic. Oltre ad aver partecipato, secondo l´accusa, alla rissa, i sei avrebbero anche colpito degli assistenti di Polizia Penitenziaria.