Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1549
ISPICA - 11/11/2014
Cronache - I prodotti erano privi del marchio "Ce"

Vendevano merce non a norma: denunciati 2 cinesi

Oltre al sequestro della merce, ai trasgressori sono state comminate sanzioni amministrative per alcune migliaia di euro Foto Corrierediragusa.it

Denunciati due commercianti dai carabinieri. Vendevano giocattoli e accessori elettronici ritenuti pericolosi per la salute dei consumatori poiché privi della certificazione «Ce» e, quindi, non rispondenti ai requisiti di sicurezza previsti dalla legge. È stata sequestrata la merce e sono stati sanzionati i negozianti. I controlli, effettuati dai militari della Stazione di Ispica, hanno riguardato esercizi commerciali destinati alla distribuzione al dettaglio di accessori per l’abbigliamento, gestiti da cittadini cinesi. I prodotti esposti alla vendita e sequestrati sono in prevalenza giocattoli, casalinghi, abbigliamento e materiali per parrucchieri (piastre per capelli, phon, ecc.), privi del marchio «Ce», pertanto, mancanti delle indicazioni obbligatorie relative alla sicurezza e qualità della merce, denominazione legale o merceologica del prodotto, marchio del produttore o dell’importatore stabilito nell’Unione europea, quindi, potenzialmente pericolosi.

Oltre al sequestro della merce, ai trasgressori sono state comminate sanzioni amministrative per alcune migliaia di euro. Il marchio «Ce» è obbligatorio in tutta Europa ed indica che l’articolo è in regola con la legge. Questo marchio, che certifica la piena osservanza delle norme in vigore, viene apposto direttamente (e soltanto) dal fabbricante o da un ente certificatore, accreditato dal ministero delle Attività produttive.