Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1247
ISPICA - 21/09/2014
Cronache - Grazie all’intervento tempestivo di un bagnino e di un carabiniere libero dal servizio

Padre e figlia di 5 anni salvati dalle onde del mare mosso

Solo tanta paura ma per fortuna nessuna conseguenza Foto Corrierediragusa.it

Salvataggio in mare e scampata tragedia. È successo intorno alle 12.30 di sabato, su una spiaggia adiacente ad uno stabilimento balneare di Santa Maria del Focallo, dove, vista anche la calda giornata, erano presenti diversi bagnanti. Un uomo, con la propria figlia di 5 anni, nonostante il mare agitato, decide di fare un bagno veloce ma, passa pochissimo tempo, ed entrambi vengono trascinati dalla corrente e dalle onde al largo.
Alla scena assisteva il giovane bagnino dello stabilimento, che, dopo aver notato entrare in acqua padre e figlia, improvvisamente li vedeva scomparire tra le onde.

Accortosi quindi delle difficoltà e del rischio di annegamento dei due, il bagnino, istintivamente, si tuffava in mare in loro soccorso. Presente in spiaggia c’era anche un Maresciallo dei Carabinieri, libero dal servizio, che, accortosi del pericolo, a ruota, si tuffava in acqua e, unitamente al bagnino, cercavano di raggiungere i malcapitati.

Immediatamente i due soccorritori afferravano, tra le onde, la bambina e, poco dopo, riuscivano a metterla al sicuro. Nel frattempo, in ausilio agli altri due soccorritori, giungeva a nuoto il titolare dello stabilimento e, poco dopo, nonostante il mare agitato, unitamente al militare dell’Arma ed al bagnino, mettevano in salvo anche l’uomo.

I malcapitati quindi, dopo il grande spavento, venivano riportati in spiaggia e, visto che non necessitavano di cure sanitarie, potevano proseguire la loro giornata al mare grazie al tempestivo intervento dei tre soccorritori che ne hanno evitato conseguenze più gravi.