Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 871
ISPICA - 01/04/2014
Cronache - Non è stato un incidente, ma suicidio. La vittima è Bouchaib Bounaim

Marocchino 50enne si toglie la vita lanciandosi nel dirupo

Un testimone ha per caso assistito alla scena. Non si sa ancora se l’uomo avesse moglie e figli in Marocco Foto Corrierediragusa.it

Un testimone l’ha visto buttarsi giù, scavalcando l’alta ringhiera protettiva che s’affaccia sul dirupo alla fine di via Roma, in prossimità del convento che ospita i frati minori: erano le 20 quando, consapevole dell’insano gesto, s’è lanciato nel vuoto Bouchaib Bounaim, 50 anni, di nazionalità marocchina, residente ad Ispica, disoccupato, senza fissa dimora. I carabinieri, che si occupano delle indagini, fugano ogni dubbio sulla triste vicenda, dopo avere raccolto la testimonianza del passante che ha assistito alla scena, chiamando subito i soccorsi, e dei conoscenti dell’uomo: non si è trattato di un tragico incidente, ma del dramma personale di un uomo, vittima purtroppo di se stesso.
Apparentemente stava bene, hanno detto ai militari dell’Arma le persone che conoscevano Bounaim. Quindi, i carabinieri non escludono che siano legati ad un crisi depressiva i problemi dell’uomo, conducendolo ad estremizzare la disperazione nella quale era sprofondato.

Il cadavere è stato recuperato sul fondo del burrone dai Vigili del fuoco, dopo circa un’ora dall’allarme lanciato dal testimone. Dopo un tentativo di rianimazione, rivelatosi purtroppo inutile, è stato dichiarato il decesso dell’uomo. Non si sa ancora se l’uomo avesse moglie e figli in Marocco.