Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 533
ISPICA - 06/01/2014
Cronache - Sventato colpo al castello di Belmonte. Portata via pure la storica Rolls Royce?

Ladri in carrozza d´epoca senza cavalli e cocchiere scoperti dai militari lasciano il mezzo sulle rotaie!

I malviventi, intercettati dai carabinieri, sono riusciti a fuggire dopo aver abbandonato la refurtiva Foto Corrierediragusa.it

Inseguono i ladri e sventano il furto di una carrozza d’epoca rubata dal castello, meglio conosciuto come «casino» Bruno di Belmonte. I carabinieri di Ispica, fuori in pattuglia, intercettano verso le quattro del mattino un autocarro «Fiat», con due persone a bordo, che desta loro sospetti. Intimano l’alt al conducente, ma i malviventi lo ignorano, fuggendo a tutta velocità. Scatta l’inseguimento dei carabinieri a sirene spiegate, che termina sul passaggio a livello che collega la strada Ispica – Pachino. I balordi, infatti, consci del fatto che sarebbero stati presto raggiunti dai militari, hanno percorso la linea ferrata, abbandonando il mezzo con la refurtiva a bordo sui binari, dileguandosi nella campagna circostante. I carabinieri, quindi, hanno subito allertato le Ferrovie del Stato e bloccato il transito di eventuali treni in corsa, salendopoi sul camion e spostandolodai binari ferroviari, riconducendolo sulla strada principale. È stato poi un carroattrezzi a prelevarlo. Poco dopo, i militari scopriranno che anche l’autocarro era stato rubato, ponendo sotto sequestro il camion e la carrozza.

I carabinieri non escludono che altro possa esser stato rubato dal «casino» Bruno di Belmonte, messo a soqquadro da ignoti malviventi, ma vige il riserbo sul probabile furto della storica Rolls Royce custodita all’interno del castello. Si attende che il proprietario del castello, nel frattempo fuori sede, sporga denuncia a carico di ignoti e provveda a stilare l´inventario.