Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1049
ISPICA - 12/05/2013
Cronache - Controlli ad un immigrato di origine maghrebina

Commerciante "tarocco" denunciato dai Carabinieri

La merce, del valore stimato di 750 euro circa, è stata posta sotto sequestro

Sorpreso dai carabinieri a vendere merce taroccata, è stato denunciato un commerciante di origine maghrebina. Risponderà delle accuse d’introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e ricettazione. La merce, del valore stimato di 750 euro circa, è stata posta sotto sequestro e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Venerdì scorso, i Carabinieri della Stazione di Ispica, hanno individuato il commerciante denunciato all’interno di un mercato rionale. L’uomo, proveniente da Rosolini e del quale non sono state rese note le generalità, esponeva in bella vista sulla sua bancarella circa quaranta borse, diverse cinture ed abbigliamento di vario genere recanti simboli e marchi di note griffe internazionali, palesemente contraffatti.

Il sequestro effettuato dai Carabinieri di Ispica non ha fatto altro che confermare come lo smercio di griffe contraffatte sia un fenomeno in continua evoluzione, anche come conseguenza della crescente crisi economica, che garantisce nuove forze al mondo del commercio illecito.

Il costante e capillare controllo del territorio ed il minuzioso monitoraggio delle attività economiche ha condotto a diversi sequestri, che i militari hanno eseguito nelle settimane scorse in molti negozi gestiti da cittadini stranieri. In tali attività commerciali si vendevano giocattoli, articoli per l’infanzia e per la casa privi del marchio comunitario, garanzia di sicurezza. Si tratta di prodotti che potrebbero nuocere gravemente alla salute.