Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1510
ISPICA - 23/03/2013
Cronache - Controlli dei Carabinieri sui prodotti fuori legge in commercio

Giocattoli pericolosi venduti dai cinesi

Sequestrati dodici giocattoli privi del marchio Ce Foto Corrierediragusa.it

Frode in commercio e mancato rispetto della normativa comunitaria. Oltre a rispondere alla grave denuncia, dovranno pagare quattro mila 250 euro di sanzione amministrativa i due titolari dei negozi, dove si trovava in vendita merce non conforme alle norme, subendo il sequestro di trenta oggetti di diverso genere. Uno dei due dovrà inoltre pagare una multa aggiuntiva di 400 euro per non avere esposto il cartello di divieto di fumo. Le irregolarità sono state riscontrate nei negozi situati in viale Mario Rapisardi e in via Vittorio Veneto. I titolari, entrambi originari della Cina, smerciavano prodotti fuori legge, che sono subito saltati all’occhio esperto dei carabinieri.

I carabinieri della locale Stazione, giovedì scorso, hanno sequestrato dodici giocattoli privi del marchio Ce, sei piastre per capelli non conformi agli adeguamenti di conduzione elettrica e dieci kit utili alla pedicure priva delle garanzie di sicurezza. Insomma, materiale di dubbia provenienza, spacciato per merce di qualità, ma venduto a buon mercato.

I giocattoli soprattutto, senza il marchio che ne rappresenti la garanzia di qualità, rappresentano un notevole rischio per l’incolumità e la salute dei bambini.