Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 903
ISPICA - 20/02/2013
Cronache - Avrebbe posto in commercio prodotti medicinali senza autorizzazione

Assolto "farmacista" cinese: non è abusivo

L’imputato, titolare di un negozio a Ispica, era accusato anche di illecita introduzione in Italia di materiale sanitario

Vendere prodotti sanitari senza essere necessariamente un farmacista non è un motivo sufficiente a far scattare il reato di esercizio abusivo della professione. Lo ha stabilito il giudice Antogiulio Maggiore, che ha assolto dall’accusa il commerciante cinese Sun Jinghe, difeso dall’avvocato Franco Rovetto. L´imputato, titolare di un negozio a Ispica, era accusato anche di illecita introduzione in Italia di materiale sanitario. In questo caso il giudice ha dichiarato estinto il reato per intervenuta prescrizione.

Il commerciante orientale fu ritenuto responsabile, nel corso di un´ampia operazione della guardia di finanza condotta nel 2006, di avere posto in commercio prodotti medicinali senza autorizzazione. Il cinese era stato all’epoca accusato anche di ricettazione, avendo acquistato o comunque ricevuto i prodotti, che, stando alle indagini, furono introdotti clandestinamente in Italia. Il pm Veronica Di Grandi aveva invocato la condanna a due anni e tre mesi di reclusione.