Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1125
ISPICA - 13/01/2013
Cronache - Ad Angelo Guastellini è stata contestata l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale

Convalida arresto: aveva forzato posto di blocco

All’uomo sono stati concessi i domiciliari

Convalida dell’arresto per Angelo Guastellini, 34 anni, di Scicli, già noto per reati specifici e arrestato giovedì scorso dai carabinieri di Ispica dopo avere forzato un posto di blocco nei pressi del Ponte Cipolla, sulla Ispica-Rosolini. L´uomo, che si trova agli arresti domiciliari, è comparso dinanzi al gip Elio Manenti. A Guastellini, assistito dall´avvocato Rinaldo Occhipinti, è stato contestato solo il reato di resistenza a pubblico ufficiale. La moglie, R.S., 23 anni, incensurata, che viaggiava con il marito, è stata invece denunciata per detenzione di sostanze stupefacenti.

A bordo dell’auto, nascosta nel cruscotto, i militari avevano difatti rinvenuto circa due grammi di cocaina, di cui la donna si è assunta ogni responsabilità, dichiarando che la droga fosse per uso personale. Guastellini ha invece ammesso dinanzi al magistrato di non essersi fermato all’alt dei carabinieri perché era alla guida senza patente, revocatagli nel 2004. L´avvocato Occhipinti ha chiesto la remissione in libertà di Guastellini o una misura meno afflittiva, come la firma periodica dai carabinieri. Il gip si è riservato e deciderà la prossima settimana. Lo sciclitano non si era fermato all´alt e aveva pigiato sull’acceleratore. I militari si erano messi all’inseguimento dell’auto, bloccandola dopo pochi minuti lungo la statale 115, nel tratto Ispica – Modica, in prossimità di contrada Minciucci. L’auto è stata sequestrata assieme alla droga.

LA CRONACA DELLA FUGA
di Eva Brugaletta

Marito e moglie in possesso di droga forzano un posto di blocco e fuggono. I carabinieri di Ispica li acciuffano, dopo un rocambolesco inseguimento, trovandoli in possesso di due grammi di cocaina. Con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e guida pericolosa senza patente, è stato arrestato giovedì scorso Angelo Guastellini, 34 anni. La moglie, R.S., 23 anni, è stata denunciata a piede libero.

I carabinieri della locale Stazione effettuavano il posto di blocco sulla statale 115, nel tratto stradale Ispica – Rosolini, nei pressi del ponte Cipolla. I due non si sono fermati all’alt imposto dai militari dell’arma e sono fuggiti via a tutto gas. I carabinieri si sono lanciati all’inseguimento della coppia sciclitana, che, nel frattempo, sperava di farla franca, tentando di dileguarsi nel dedalo di strade che conduce al litorale ispicese. Ma, nonostante il vantaggio guadagnato sulla distanza, non hanno fatto i conti con la strategia. Tant’è che i militari li rintracciano di nuovo e facilmente sulla statale 115, mettendo fine alla disperata corsa in auto nel tratto stradale Ispica – Modica, sulle curve in prossimità del ponte Minciucci.

I carabinieri hanno perquisito il veicolo, trovando nascosta nell’abitacolo due grammi di cocaina, oltre a scoprire che Guastellini guidava senza patente, ne è quindi scaturito l’arresto, anche per resistenza a pubblico ufficiale. Mentre la donna è stata denunciata per detenzione ai fini di spaccio.