Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 663
ISPICA - 19/03/2008
Cronache - Ispica - Si tratta di un 40enne

Avrebbe abusato della figlia 17enne: ispicese a giudizio

Il presunto orco è ristretto ai domiciliari Foto Corrierediragusa.it

Con l’accusa d’aver abusato della figlia diciassettenne, il gup Fabio Ciraolo ha rinviato a giudizio un ispicese di 40 anni, in atto ristretto ai domiciliari. Il presunto orco, difeso dall’avvocato Domenico Monaca, dovrà comparire dinanzi al collegio penale il 15 maggio. In udienza preliminare era stato proposto il giudizio abbreviato subordinato all’audizione della presunta vittima, costituitasi parte civile tramite l’avvocato Fabio Borrometi. Proprio quest’ultimo si è opposto alla richiesta avanzata dalla difesa e rigettata dal gup che ha alla fine deciso per il rinvio a giudizio per il reato di violenza sessuale su minore.

La squallida storia venne alla luce a seguito della denuncia sporta dalla presunta vittima. Come accade in situazioni difficili come questa, la giovane si era tenuto tutto dentro per parecchi mesi. Alla fine la ragazza non ce la fece più, decidendo di denunciare alle autorità gli atteggiamenti morbosi che il suo stesso padre le avrebbe riservato in parecchie occasioni. Furono i Carabinieri a condurre le indagini, poi sfociate nell’arresto del presunto violentatore, fino a poco tempo fa recluso nel carcere di Palermo, nell’apposito braccio riservato a simili reclusi.