Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 22
ISPICA - 26/03/2012
Cronache - Il malvivente ha agito con un complice che faceva da palo all’esterno della banca

Uomo disarmato rapina di 10mila euro la Montepaschi

Si è trattato di una rapina – lampo, messa a segno nella tarda mattinata, consumata in pochi minuti nella filiale di via Matteotti Foto Corrierediragusa.it

Due malviventi, a volto scoperto e in pieno giorno, hanno rapinato l’istituto di credito Monte Paschi di Siena. Il bottino arraffato ammonta a circa 10mila euro ed i funzionari stanno procedendo a quantificare esattamente la somma. La banca si trova in via Matteotti, alle spalle di piazza Unità d’Italia, proprio nel cuore della città.

Si è trattato di una rapina – lampo, messa a segno nella tarda mattinata e, appunto, consumata nell’arco di cinque minuti. È stato solo uno il ladro che ha agito all’interno della banca. Mentre l’altro è rimasto fuori a fare da palo al complice.

Il malvivente ha oltrepassato con noncuranza la porta d’ingresso e con altrettanta disinvoltura ha intimato di lasciare l’edificio, minacciandolo, all’unico cliente presente in banca in quel momento. Un attimo dopo si è piazzato di fronte ad uno dei due bancari di servizio agli sportelli e, sempre minacciandolo, lo ha invitato a farsi dare il denaro disponibile in cassa. Il dipendente non ha esitato, consegnandogli immediatamente la somma.

Il ladro, dopo aver preso il denaro, si è precipitato fuori dall’istituto di credito e insieme con il complice è saltato a bordo di una Fiat «Punto», fuggendo via a tutto gas. Dopo aver percorso Corso Garibaldi, i due si sono dileguati. Non si esclude che abbiano percorso gli stretti tornanti del Barriera per far perdere più facilmente le loro tracce nel recarsi fuori città.

L’istituto di credito Monte Paschi ha subito diverse rapine negli anni precedenti. In modo probabile, viene preso di mira proprio per l’ubicazione dell’edificio: il fatto che si trovi alle spalle della piazza principale lo fa risultare «nascosto» pur trovandosi in pieno centro.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Ispica e di Modica, precipitatisi subito dopo l’allarme dato dai bancari. I militari hanno blindato la città, piazzando posti di blocco nelle vie di fuga. Il capitano Alessandro Loddo ha chiesto, inoltre, l’ausilio degli elicotteri per cercare di arrestare la fuga dei malviventi. Nonostante tutto il centro sia stato messo sotto controllo, per il momento, i delinquenti sono riusciti a farla franca.

I militari dell’arma sono adesso impegnati nelle indagini. Hanno raccolto diverse, utili, testimonianze e stanno passando in rassegna le immagini registrate dalla video sorveglianza dell’istituto bancario e dalle quali si potrà molto probabilmente risalire all’identità dei due malviventi.

Ispica si conferma purtroppo un comune dove la delinquenza prolifera inarrestabile. E a ciò corrisponde una minore disponibilità di forze dell’ordine. L’organico dei carabinieri della locale Stazione è, nei fatti, ridotto all’osso e non è in grado quindi di coprire il vasto territorio del comune.


disarmato
26/03/2012 | 16.41.31
gianluca

non mi spiego come si possa permettere ad un rapinatore disarmato, di compiere con estrema facilità una rapina del genere? Ma dico io: bloccare le porte e "cu è dintra è dintra e cu è fora fora, nenti?"