Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 487
ISPICA - 15/07/2011
Cronache - La richiesta della procura di Modica

Gestione rifiuti illegale, a giudizio una imprenditrice

Si tratta di Rosaria Aprile, 45 anni, originaria di Siracusa ma residente a Pozzallo

Attività di gestione di rifiuti non autorizzata e discarica abusiva. Per questo reato la Procura della Repubblica di Modica ha emesso il decreto di citazione a giudizio a carico dell’imputata Rosaria Aprile, 45 anni, originaria di Siracusa ma residente a Pozzallo. Secondo l’accusa, l’imputata, in qualità di legale rappresentante della Ditta Ecomediterranea Srl, avrebbe svolto l´attività di recupero di rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da rifiuti di plastica ed imballaggi usati in plastica, su un´area estesa circa 4 mila metri quadri, posta all´interno dell´impianto di sua proprietà in contrada Cozzo Nardo ad Ispica. La comunicazione di inizio attività era stata inviata ai competenti uffici della Provincia Regionale di Ragusa, poi scaduta il 31 marzo scorso e non tempestivamente rinnovata.

L’imputata avrebbe altresì svolto l´attività di stoccaggio dei rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da imballaggi di carta e cartone ed imballaggi di legno, senza la prescritta autorizzazione, cosi da realizzare una discarica abusiva. Rosaria Aprile avrebbe altresì svolto l´attività di raccolta, recupero, deposito e stoccaggio di rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da imballaggi di carta e cartone, imballaggi di legno e materiale plastico, senza la prescritta autorizzazione, cosi da realizzare un’altra discarica abusiva, sul terreno confinante a nord con l’impianto. I fatti sono stati accertati dagli investigatori lo scorso maggio.