Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1010
ISPICA - 22/01/2011
Cronache - Ispica: si tratta di 2 persone residenti a Librino

Rubarono angurie a un agricoltore di Ispica, 2 arresti

Le manette sono scattate per Salvatore Faro e Fabio Strano, di 34 e 18 anni

Rapinarono un agricoltore nello scorso luglio, ora sono stati arrestati dai Carabinieri al quartiere Librino di Catania. Le manette sono scattate per Salvatore Faro e Fabio Strano, di 34 e 18 anni. Per uno dei 2 rapinatori si sono aperte le porte del carcere di Catania, per il complice sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Nel mese di luglio, verso le 8 di sera, i malviventi si erano presentati nelle campagne di Ispica con il chiaro intento di rubare un grosso quantitativo di angurie dal fondo di proprietà di un imprenditore agricolo ispicese. Si erano presentati in 5 a bordo di due autovetture ed avevano iniziato a raccogliere la frutta e a caricarla nei bagagliai quando, malauguratamente, un passante notò la scena ed avvisò immediatamente il proprietario del furto che si stava perpetrando in suo danno.

L’agricoltore raggiungeva immediatamente la sua proprietà con il chiaro intento di mettere in fuga i ladri, ma uno di questi, tuttavia, lo bloccava minacciando, al contempo, di colpirlo al capo con una grossa pietra che si trovava a terra in caso di tentativo di fuga.

Nel frattempo i complici ultimavano le operazioni di caricamento della frutta sulle loro auto facendo poi perdere le loro tracce. L’agricoltore, lasciato solo, aveva quindi modo di fuggire e rientrare a casa.

Il giorno seguente, transitando nei pressi dei Carabinieri di Ispica, l’agricoltore notava che all’interno del cortile della caserma vi era parcheggiata proprio l’autovettura che i ladri avevano utilizzato per derubarlo delle sue angurie il giorno prima, autovettura che i Carabinieri avevano casualmente fermato nella mattinata durante un controllo predisposto proprio per arginare il fenomeno dei furti in agricoltura che in quel periodo avevano fatto registrare una preoccupante recrudescenza. Anche in quella circostanza, all’interno del veicolo, i Carabinieri avevano trovato ortaggi e frutta, probabile oggetto di furto nei campi ispicesi in danno di ignaro agricoltore.

Una volta entrato in caserma l’agricoltore riconosceva senza ombra di dubbio, tra le persone fermate dai Carabinieri, il giovane che la sera precedente lo aveva immobilizzato e minacciato permettendo ai suoi complici di perpetrare il furto delle angurie sotto i suoi occhi.

Da quell’episodio ebbe inizio una incessante e prolungata attività d’indagine che si è conclusa ieri a Catania con l’arresto di due giovani, entrambi originari del quartiere Librino, colpiti da una ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Modica in piena sintonia con le risultante investigative prodotte dai militari di Ispica.