Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 819
ISPICA - 21/12/2007
Cronache - Ispica - La polizia presidiava l’intera zona

Bimbi contesi: vicenda finita.
La madre si è portata via i figli
tra gli applausi ironici

La triste vicenda aveva avuto inizio una settimana fa Foto Corrierediragusa.it

La Corte d’Appello dei Minori di Catania si è pronunciata a favore della madre dei due fratellini di 4 e 6 anni, autorizzandola ad espatriare con i figli. La donna ha prelevato nella tarda serata di ieri i bambini che, com’è noto, avevano espresso la volontà di rimanere con il padre ad Ispica.

La donna è uscita dall´abitazione del marito, con il quale avevaparlato per oltre un´ora, con il figlio più piccolo in braccio e prendendol´altro per mano. Sono subito saliti su una station wagon, scortati dalla polizia, che presidiava la zona. Un gruppo di ispicesi, dopo aver assistito in silenzio alla scena, si è poi lasciato andare ad un applauso ironico, gridando frasi del tipo "bravi, avete vinto".

Ieri sera si è così chiusa l’amara «querelle» dei due bambini contesi dai genitori che, per un’intera settimana, ha tenuto con il fiato sospeso l’intera comunità ispicese.

La triste vicenda ha avuto inizio venerdì scorso, quando gli assistenti sociali erano piombati in casa del padre per prelevare i figli e consegnarli alla madre, eseguendo quanto stabiliva il Tribunale per i minori di Catania. Poi, l’inoltro per vie legali di una richiesta di divieto d’espatrio per i bambini da parte dell’uomo che, com’è noto, oggi non ha avuto buon esito.

L’abitazione era stata presidiata da centinaia di ispicesi proprio per impedire che i due fratellini fossero condotti in California prima che la Corte d’Appello dei minori di Catania emettesse un parere favorevole o sfavorevole al provvedimento.

L’avvocato Rustico, in ogni caso, ha assicurato che «la potestà del padre non è stata messa in discussione», che «potrà andare a trovare i figli ogni volta che vorrà in California» e che «i suoi bambini lo potranno raggiungere ogni qual volta lo desidereranno».

Il legale del padre ha inoltre chiarito che «non ci saranno ripercussioni giudiziarie per il suo assistito, vista la non chiarezza che vigeva attorno ai provvedimenti disposti dai giudici».

Nel frattempo, la madre dei due fratellini, a quanto sembra, è stata denunciata per violazione delle leggi sull´utilizzo di dati personali e sul diritto d’autore. La polizia postale di Catania è intervenuta, in quanto, a novembre, la donna, convinta che i figli fossero stati rapiti dal padre, lanciava un appello su un sito internet da lei allestito e pubblicando «on line» le foto dei suoi due bambini, violando così le leggi.

Dopo avere raccolto la testimonianza dell’ex marito, la Polizia postale ha anche ipotizzato il reato di calunnia, relativa all’accusa rivolta dalla donna al padre dei suoi figli per rapimento.