Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 479
GIARRATANA - 23/01/2009
Cronache - Giarratana - Cantiere edile sequestrato dai Carabinieri

Scoperti operai in nero:
stop ai lavori alla Chiesa Madre

Comminate contravvenzioni per 110 mila euro e denunciate tre persone. Non erano rispettate le condizioni minime di sicurezza
Foto CorrierediRagusa.it

Operai in nero scoperti dai Carabinieri, maxi multa di 110 mila euro e lavori sospesi alla Chiesa Madre di Giarratana (nella foto), da mesi interessata dalla ristrutturazione esterna. I sigilli al cantiere edile sono stati apposti dai carabinieri della compagnia di Ragusa al termine di un controllo sulla sicurezza sul lavoro nel cantiere durante il quale sono stati scoperti, come accennato, operai in nero.

Durante i controlli, effettuati in collaborazione col Nucleo dell´ispettorato del lavoro, sono state comminate contravvenzioni per 110 mila euro e denunciate tre persone: il responsabile legale della ditta appaltante, il titolare dell´azienda edile sub-appaltante e il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione del cantiere.

Secondo quanto accertato, i primi due avrebbero omesso di adempiere agli obblighi di formazione, informazione e addestramento dei dipendenti, di verificare l´idoneità delle attrezzature, di adottare idonee misure di sicurezza in relazione al transito e illuminazione del posto di lavoro e di esibire il regolamentare piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio. Il terzo, secondo i militari, non avrebbe vigilato sulla corretta applicazione delle disposizioni in materia di sicurezza. Il cantiere è dunque sotto sequestro.